menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvato il progetto del Bocciodromo di Montesilvano

L'11 marzo è stato approvato il piano economico per la realizzazione del bocciodromo in Via chiarini. Il progetto si inserisce in un progetto più ampio di riurbanizzazione dell'area

Venerdì 11 marzo è stato approvata la delibera “Progetto di recupero urbano Ranalli 2000” grazie al quale sarà riorganizzato il bocciodromo. La delibera prevede infatto un nuovo piano economico che darà il via al progetto dopo il blocco da parte della Procura del 2006.
I Residenti di Via Chiarini attendevano da anni l'ambizioso progetto del bocciodromo la cui costruzione fu iniziata nel 2005 e bloccata poi nel 2006 a causa di indagini della Procura di Pescara.

L’Amministrazione comunale provvederà ad indire un bando di gara per ditte che dovranno realizzare la superficie di gioco e la sistemazione esterna del bocciodromo.   

La novità è costituita sicuramente dalle variazioni rispetto al progetto iniziale: variazioni volute fortemente di modo da porter ospitare competizioni di tipo internazionale. Ad esempio i campi da bocce saranno realizzati diversamente: prima infatti venivano realizzate attraverso una miscela di terre speciali, mentre ora saranno in pavimentazione con materiale sintetico.  
Inoltre il soppalco interno alla struttura verrà allargato, verranno modificati gli spalti per ospitare un maggior numero di spettatori, massimo 100 posti. Il bocciodromo avrà quattro piste da gioco regolamentari, i servizi, un piccolo bar e l’impianto di riscaldamento.  

Il costo complessivo dell'opera è di 100.000 euro da parte del Comune, mentre la ditta Entec e Saturnia realizzerà lavori per 140.000 euro.

L’assessorato ai Lavori pubblici, retto dal sindaco Pasquale Cordoma, provvederà a indire in breve tempo la gara per iniziare i lavori.

Il Rup è il geometra comunale Alfonso Di Cola.   

A tutto ciò va aggiunto che sarà realizzata una nuova strada tra Via Chiarini e via Vestina che contribuisce a formare il Piano Partecipato fortemente voluto dall'Amministrazione Comunale e che è volto ad urbanizzare di più e meglio alcune aree un pò isolate come Via Vestina. Per questo sarà realizzata anche una piazza, marciapiedi pavimentati con beton, parcheggi per autoveicoli e motocicli, l’impianto di pubblica illuminazione, la rete fognante e idrica, la piantumazione di alberature e realizzazione di un impianto automatico di irrigazione, la segnaletica orizzontale e verticale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento