rotate-mobile
Lavoro

Pubblicato dalla Regione il bando per l'assunzione a tempo indeterminato di due avvocati

La scadenza è il 10 maggio. Online l'avviso con tutte le specifiche per poter partecipare alle prove (due scritte una orale) e ottenere il posto: tutti i dettagli

Pubblicato dalla Regione il bando di concorso per esami finalizzato all'assunzione di due specialisti avvocati da inserire nell'area dei funzionari a elevata qualificazione. I vincitori otterranno un contratto a tempo pieno e indeterminato: la scadenza è fissata alle 23.59 del 10 maggio.

Secondo quanto previsto dal bando l'assegnazione sarà prioritariamente presso il servizio autonomo “Avvocatura regionale” dell'Aquila. Diversi i requisiti richiesti per poter partecipare a cominciare dall'ovvia necessità di non aver riportato condanne con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscono un impedimento all'assunzione presso una pubblica amministrazione, anche il non aver procedimenti penali in corso, o ancora procedimenti amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione o precedenti penali a proprio carico iscrivibili nel casellario giudiziale.

Il titolo di studio necessario, con le specifiche in caso di cittadini stranieri, è essere in possesso di laurea specialistica o magistrale in giurisprudenza, o anche di laurea secondo il vecchio ordinamento (diploma di laurea). Obbligatorio essere già abilitati all'esercizio della professione.

Il bando è pubblicato sul portale “inPa” (Clicca qui per accedere al link) all'indirizzo del sito Inpa e sul sito della Regione Abruzzo-sezione concorsi oltre che sul bollettino ufficiale della Regione (Burat). La domanda di ammissione va presentata esclusivamente per via telematica autenticandosi do Spid, Cie, Cne o Idas. Ogni comunicazione sul concorso compreso il calendario delle prove e gli esiti, così come luogo e data di svolgimento, saranno pubblicati sugli stessi riferimenti web citati.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Il concorso prevede due prove scritte e una prova orale oltre all'accertamento della prova inglese al livello B1 (Qcer) e la dimostrazione di capacità nell'uso dei dispoitivi e le applicazioni informatiche più diffuse. Perché si valuti la seconda prova scritta bisogna ottenere un punteggio di 21/30. Lo stesso richiesto per superare la prova orale.

La prima prova scritta verterà su diritto costituzionale, diritto regionale, diritto amministrativo, diritto processuale amministrativo, diritto civile, diritto processuale civile, diritto del pubblico impiego, diritto dei contratti pubblici, diritto penale. La seconda prova scritta verterà sulla redazione di un atto giudiziario che postuli conoscenze di diritto sostanziale e di diritto processuale su un quesito che riguarderà una delle materie indiciate. La prova orale si svolgerà co un colloquio al fine di accertare le competenze e le conoscenze della materia, oltre che le capacità espositive di connessione. Queste le materie su cui si potrà essere interrogati: orientamento finanziario e contabile della Regione, elementi di diritto processuale penale (con particolare riferimento alla costituzione di parte civile nel processo penale), testo unico in materia di società partecipate, normativa in tema di processo telematico, normativa in materia di amministrazione digitale, normativa in materia di anticorruzione e trasparenza, normativa in materia di trattamento dei dati personali e privacy, diritti, doveri e responsabilità dei pubblici dipendenti, con particolare riferimento al codice disciplinare e al codice di comportamento e, infine, contratto collettivo nazionale vigente per le funzioni locali.


 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblicato dalla Regione il bando per l'assunzione a tempo indeterminato di due avvocati

IlPescara è in caricamento