rotate-mobile
social

Mercurio sarà visibile a occhio nudo il 31 maggio

Gli appassionati di stelle e pianeti non attendono altro che un evento raro e domenica 31 maggio Mercurio sarà visibile a occhio nudo, dopo due mesi di assenza

Gli appassionati di stelle e pianeti non attendono altro che un evento raro e domenica 31 maggio Mercurio sarà visibile a occhio nudo, dopo due mesi di assenza.

La posizione del pianeta, per quanto vicina alla Terra, non consente una facile individuazione. Mercurio conta una distanza media dal Sole pari a 58 milioni di chilometri, la sua orbita è stretta ed è quasi impossibile intercettarlo senza che sia abbagliato dai raggi solari. Gli unici momenti in cui è possibile vedere Mercurio è poco dopo il tramonto e poco prima dell’alba.

Mercurio impiega 88 giorni per compiere un'orbita completa, si trova spesso in posizione interna rispetto al Sole, e tutto ciò rende molto difficile vederlo facilmente.

Durante i mesi di marzo e aprile non è stato possibile individuarlo, ecco perché il 31 maggio gli appassionati di astrofisica attenderanno il tramonto del sole per visionare a occhio nudo il primo pianeta del Sistema Solare.

“Sono le condizioni migliori dell’anno in corso per osservarlo nella luce del crepuscolo sull’orizzonte occidentale” si legge sul sito dell’Unione Astrofili Italiani.

Eclissi di Luna, o Luna di Fragole, a giugno 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercurio sarà visibile a occhio nudo il 31 maggio

IlPescara è in caricamento