rotate-mobile
mobilità Riviera Sud

Rimosse dal Comune sul lungomare sud le rastrelliere contestate dalla Fiab [FOTO]

L'associazione dei ciclisti pescaresi aveva contestato la presenza di alcune vecchie rastrelliere posizionate sulle nuove aiuole ritenute inadatte per le attuali esigenze dei ciclisti oltre che arrugginite

Rimosse dal Comune le rastrelliere posizionate sulle aiuole del lungomare Cristoforo Colombo, che la Fiab aveva contestato da qualche giorno. L'associazione dei ciclisti pescaresi, infatti, aveva segnalato la presenza di quelle vecchie rastrelliere giudicate inadatte per le attuali esigenze dei clienti, oltre ad essere anche arrugginite rivolgendosi direttamente al vicesindaco Gianni Santilli:

"Ribadiamo, per l'ennesima volta, che gli stalli per le bici devono consentire l'ancoraggio del telaio e di una ruota affinché la chiusura risulti più sicura: sempre che si usino catene o archetti con un indice di sicurezza elevato.
Le vecchie cosiddette "rastrelliere", cioè gli "scolapiatti" in cui infilare la ruota anteriore, sono ormai inadatti: per il motivo già esposto sopra, ma anche perché non più idonei per le bici in uso attualmente. Le nuove biciclette hanno spesso manubri più larghi, ruote con una sezione più larga e spesso con i dischi dei freni. E se la ruota ha lo sgancio rapido è chiaro come non sia possibile ancorare solo la ruota pena il furto certo. Quindi, vicesindaco, anche gli stalli che ha fatto acquistare tempo addietro sono inadatti al contrario di quelli tondi, a dire il vero anche eleganti, che l'Amministrazione ha installato meritoriamente."

Ora, la stessa Fiab fa sapere di essere stata contattata da Santilli che ha spiegato come quelle rastrelliere siano state in realtà posizionate da un privato ed ha proceduto immediatamente a farle rimuovere:

"Abbiamo ribadito la nostra richiesta di stalli idonei e il vicesindado ci ha detto che, compatibilmente con il bilancio comunale, ha perfettamente presente le esigenze dei ciclisti. Ci auguriamo comunque che l’amministrazione tenga sempre conto della nostra proposta di utilizzare un posto auto ogni 5 per far parcheggiare 10 biciclette: gli obiettivi del Piano urbano di mobilità aostenibile approvato in Comune e le stringenti esigenze ambientali prevedono infatti una decisa riduzione del numero di veicoli privati in circolazione."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimosse dal Comune sul lungomare sud le rastrelliere contestate dalla Fiab [FOTO]

IlPescara è in caricamento