rotate-mobile
life Rancitelli / Via Raiale

No alla riaccensione del cementificio: “La sua funzione produttiva è esaurita”

Regione, Provincia e Comune dicono stop al cemento nello stabililimento situato in via Raiale, nel quartiere Rancitelli. D'Alessandro, Di Marco e Blasioli: "Lavoreremo per restituire quegli spazi alla città di Pescara"

Stop cemento al cementificio. E' infatti arrivato il no da parte di Regione Abruzzo, Provincia e Comune di Pescara alla riaccensione della produzione del cemento nello stabilimento di via Raiale, nel quartiere Rancitelli. Come ha dichiarato Camillo D’Alessandro, coordinatore della maggioranza regionale di Governo:

“Le istituzioni sono mobilitate perché la struttura dell’ex cementificio venga riconsegnata alla città di Pescara e trovi una destinazione nuova, diversa da quella produttiva”.

E il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, aggiunge:

“E’ indispensabile riconvertire quegli spazi e dare nuova vita ad un complesso che ha esaurito la sua funzione produttiva originaria; la Provincia è disponibile a condividere un progetto nuovo per il futuro di quello che è stato il cementificio e che dovrà essere in futuro un luogo per cui costruire una nuova funzione, fra istituzioni e insieme al territorio. Un obiettivo, quello di metterlo a disposizione della città, a cui saremo lieti e pronti a lavorare insieme”.

Conclude il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Pescara, Antonio Blasioli: “Quello spazio deve rinascere con una funzione diversa da quella del passato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla riaccensione del cementificio: “La sua funzione produttiva è esaurita”

IlPescara è in caricamento