rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Formazione

L'Abruzzo ospita il convegno interregionale di cardiologia: esperti a confronto su patologie e cure innovative

I professionisti dell'Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri (Anmco) si danno appuntamento a Francavilla al Mare, il presidente regionale e direttore dell'Utic di Pescara Di Marco: "L'Abruzzo una grande eccellenza"

Le nuove frontiere nella cura delle patologie cardiache, i farmaci, le tecniche di intervento all'avanguardia che di fatto aprono nuove reali prospettive per la cura del nostro cuore. Sarà questo il tema al centro del congresso interregionale Anmco (Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri) “Muma” che venerdì 3 e sabato 4 marzo porterà all'hotel Villa Maria di Francavilla al Mare, come riporta ChietiToday, i medici di Abruzzo, Marche, Umbria e Molise e che vedrà anche la presenza dell'assessore regionale alla sanità Nicoletta Verì e del direttore generale della Asl Vincenzo Ciamponi.

Oltre 250 gli iscritto all'associazione che parteciperanno, spiega Massimo Di Marco responsabile scientifico e presidente regionale dell'Anmco Abruzzo nonché responsabile della terapia intensiva cardiologica (Utic) di Pescara. “Negli ultimi anni l’Abruzzo ha dimostrato di essere una vera eccellenza in ambito cardiologico interventistico e cardochirurgico – sottolinea -. Merito delle tecniche innovative in materia di terapia intensiva, trattamento degli scompensi cardiaci e delle sindromi coronariche. Il messaggio che vogliamo trasmettere agli abruzzesi è quello di una sanità efficace e sicura: basta con i viaggi della speranza, per curarsi in altre regioni. In Abruzzo c’è un polo di eccellenza di altissima qualità, riconosciuta a livello nazionale”.

Quella che si incontrerà è in sostanza una sorta di macroregione per la cura del cuore con il convegno che sarà l'occasione per scambiarsi esperienze e conoscenze. Nel corso delle sessioni si parlerà di “Terapia intensiva cardiologica2, di “Scomenso cardiaco acuto e cronico”, delle “Sindromi coronariche acute e croniche”, delle “Cardiomiopatie”, della “Cardiologia interventistica e cardiochirurgia: update 2023” con il pomeriggio di venerdì 3 marzo che sarà che dedicato a “Il viaggio del paziente con scompenso cardiaco”: un incontro dedicato agli infermieri professionisti.

Tanti gli specialisti che arriveranno dalle quattro regioni: dai cardiologi agli internisti, passando per neurologi, ematologi, medici di patologia clinica e di medicina d'urgenza oltre agi infermieri.

“L’appropriatezza delle prestazioni erogate e l’efficacia del trattamento – spiega infatti Di Marco – sono gli obiettivi che devono animare la nostra vita professionale, raggiungibili solo attraverso una vera integrazione tra ospedale e territorio. È fondamentale la creazione di percorsi assistenziali comuni, che rivalutino il ruolo del medico, che limitino al massimo i tempi dei ricoveri ospedalieri per far tornare rapidamente sul territorio i nostri pazienti e soprattutto per dare di nuovo la percezione di una sanità su misura, vicina agli assistiti, su cui poter contare davvero”.

Le sessioni andranno avanti dalle 8.30 alle 19 venerdì, mentre sabato 4 marzo ci si confronterà dalle 9 alle 13.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Abruzzo ospita il convegno interregionale di cardiologia: esperti a confronto su patologie e cure innovative

IlPescara è in caricamento