'Scenari Europei', seconda edizione dal 15 al 18 settembre: il programma

  • Dove
    Florian
    Via Valle Roveto, 39
  • Quando
    Dal 15/09/2016 al 18/09/2016
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Una serata (2 spettacoli) € 10, un solo spettacolo € 7, tutti gli 8 spettacoli (quattro serate) € 28
  • Altre Informazioni

Il Florian Metateatro-Centro di Produzione Teatrale, dopo il più che positivo riscontro della prima edizione del 2015, presenta da giovedì 15 a domenica 18 settembre la seconda edizione di Scenari Europei, un giovane festival che porterà in Abruzzo, a Pescara, nell’arco di quattro giorni in tre spazi diversi (il Florian Espace, lo Spazio Matta e il 16 Civico) sei spettacoli teatrali, una performance di danza, quattro lavori di video-arte, una mostra d’arte, quattro intermezzi musicali, quattro incontri con tutti gli artisti ospiti del festival.

Questo il programma del Festival:

giovedì 15 settembre 2016
ore 21 SPAZIO MATTA
Can Bagnato (Pescara)
PATER FAMILIAS performance danzata durata 20′
di e con Eugenio Di Vito
regia Valentina Musolino

E così c’è un padre in più su questa terra. È inutile che ti guardi intorno, è toccato a te. Via dunque i vestiti decisamente troppo giovanili, la barba incolta, i capelli pazzi. È ora di darsi una raddrizzata. O forse no? offri in scena qualcosa di vero, qualcosa di tuo, qualcosa di unico. O forse no?
Can Bagnato è una compagnia che ama mescolare i generi, mantenendosi aderente all’idea di un teatro popolare, ovvero universalmente fruibile, nelle piazze e nelle strade prima ancora che nelle sale teatrali.

ore 22 FLORIAN ESPACE
Sardegna Teatro (Cagliari)
ESODO teatro di narrazione con musica dal vivo durata 60′
testo e regia Valentino Mannias
con Valentino Mannias e Luca Spanu
musica Luca Spanu

Lo spettacolo è un tributo al grande giornalista Sergio Atzeni. Giancarlo parte dalla sua terra, la Sardegna, e più precisamente dal Medio Campidano, negli anni ’70 in cerca di fortuna, ma potrebbe lasciare la terra natia in ogni epoca, che sia di crisi o meno non importa: viene da una terra dove si dice sempre che “per i giovani non c’è futuro”, e chiunque consiglia di partire e di non tornare troppo presto. “Bona fortuna e bonu viaggiu fillu miu, e abarra attentu!
Valentino Mannias è un attore di 24 anni, diplomato nel 2013 presso la Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano. Nell’aprile 2014 mette in scena con breve tournée a Milano lo spettacolo “ESODO” (di cui è autore interprete e regista) A giugno 2015 riceve il premio Hystrio come miglior attore alla vocazione.
venerdì 16 settembre 2016
ore 21 SPAZIO MATTA
Giuseppe D’Antona (Città Sant’Angelo)
NOT I – NON IO di Samuel Beckett video durata 14’39”
Liberamente tratto dal monologo al femminile di Beckett, questo cortometraggio vuole ripercorrere il tema già caro a Ionesco, lo stesso Beckett, Kafka ed altri, dell’incomunicabilità dell’uomo. Seguendo il monologo, apparentemente confusionale e senza senso, ci accorgiamo che non è altro che un flusso di pensieri, parole veloci e senza nesso logico tra loro, ma nell’insieme creano le immagini, gli odori e i sentimenti del protagonista che solo lei e nessun altro potrebbe capire.

FOCUS Dehors/Audela (Roma)
DOVE ERA CHE NON ERO video durata 5′ 34”
concept SALVATORE INSANA, ELISA TURCO LIVERI – with ELISA TURCO LIVERI – film, editing, photography SALVATORE INSANA – sound from “Gymnasium” by JACOB KIRKEGAARD (borrowed from his album 4 ROOMS, Touch 2006 ©)
Non ci si trova, non ci si ritrova, se non smarriti e sospesi. All’erta, pronti a scattare, il pericolo è fuori campo e non ha segnali. Andare incontro alla luce per esporsi a maggiori rischi. Inquieto tremore d’affrontare l’orizzonte restando a occhi spalancati. Presupporre o presagire l’abisso. Stato ulteriore di non aderenza al tempo presente.
À PROPOS DE L’ÉTÉ DE L’ÂME – l’età dell’anima ha le estati contate video durata 6′ 48”
concept, film, editing SALVATORE INSANA – with ELISA TURCO LIVERI – sound WLODZIMIERK KOTONSKI – Microstructures (from Avant Garde project – Electronic panorama)
Un campo di grano appena arato. Un corpo che lo percorre e se ne impossessa per empatia. Una danza dai toni caldi, un battito sincopato,un viaggio al limite del vero

NERO ENIGMA video durata 5′ 17”
concept, film, editing SALVATORE INSANA – with ELISA TURCO LIVERI – sound BRISTOPHE – “Le moyen du bord”, from Les fils de la prophétesse CLAYTON ALPHA – “Movements die when people move”, from Reels of an infinite dream, Nowaki label
Il corpo umano come ultimo baluardo e strumento primo di perlustrazione e decodifica del mondo.È misteriosa la schiuma dei nostri giorni. Il controcampo dell’orizzonte è sempre impossibile. Un sogno ad occhi aperti in cui spazio, tempo e azione perdono le loro coordinate di riferimento e si giovano di tutti gli ostacoli alla narrazione che i sensi possono regalarsi. Perlustrare i sensi, scavare la superficie, rovinare la bellezza, esaltarla per manomissione dei linguaggi.
ore 22 FLORIAN ESPACE
Industria Indipendente (Roma) / in collaborazione con Istituto Italiano di Cultura di Parigi e con Face à Face (Francia)
LULLABY tragedia aerobica mise en espace durata 70′
di Erika Z. Galli e Martina Ruggeri
con Francesco Bonomo, Evita Ciri, Piergiuseppe di Tanno, Margherita Massicci
in collaborazione con PAV progetto FABULAMUNDI.Playwriting Europe
Compagnia finalista Premio Scenario 2015

Siamo nel 2056, in un mondo che forse non ha più confini. Siamo nel mese di Dicembre malgrado la temperatura si aggiri intorno ai 28 gradi centigradi. Nei nuovi Stati Uniti d’Europa è stata emanata una legge secondo la quale allo scattare dei 70 anni, il cittadino viene condotto in uno delle migliaia di centri Lullaby per trascorrere gli ultimi anni della propria vita. Una gabbia, che seppur dorata, genera una mancanza di libertà. Un obbligo, e come ogni obbligo stanca. Può rendere inquieti, sovversivi, rivoluzionari.
Erika Z.Galli e Martina Ruggeri danno vita nel 2005 al progetto Industria Indipendente, collettivo artistico e di sperimentazione. Dal 2005 ad oggi realizzano video e performance in vari spazi urbani ed extraurbani e nel 2009 inizia la loro ricerca drammaturgica e scenica. Nel 2014 vincono il premio Hystrio scritture di Scena con il testo Supernova. Nel 2015 sono finaliste al premio scenario con il lavoro sull’Iliade Ho tanti affanni in petto e dallo stesso anno sono tra gli autori selezionati per il progetto europeo Fabulamundi playwriting Europe.
sabato 17 settembre 2016
ore 21 SPAZIO MATTA
FOCUS Dehors/Audela (Roma)
PERFETTO INDEFINITO performance durata 40′
concept Salvatore Insana, Elisa Turco Liveri
azione scenica Elisa Turco Liveri
drammaturgia audiovisiva Salvatore Insana
suono Achhn, Osvaldo Cibils, Sebastien Bach Pires (RRR)

Primo esperimento della ricerca concepita a partire dalla vita/opera di Claude Cahun, scrittrice, fotografa e attrice nata nel 1894 a Nantes, vicina al movimento surrealista negli anni Trenta, artista controversa e perseguitata a causa della sua omosessualità e delle sue origini ebraiche. Tutta la sua vita/opera, minata da constanti aggressioni e insulti, può essere definita come una continua rincorsa dell’identità mancata, concepita come resistenza e rivolta nei confronti di qualsiasi identificazione forzata.
Elisa Turco Liveri e Salvatore Insana si incontrano a Roma nel 2010, nello spazio dell’Atelier Meta-Teatro diretto da Pippo Di Marca. Il progetto di cui fanno parte fa confluire teatro, videoarte e performance nel segno di una ricerca continua. Nel 2015, Perfetto Indefinito è stato selezionato per Caos presso Stalker Teatro, Torino, per la stagione di residenze di L’Estruch, Barcelona, e per l’edizione 2015 di Nuove Traiettorie XL, a cura della rete Anticorpi XL.

ore 22 FLORIAN ESPACE
Muta Imago (Roma) – Sonia Chiambretto (Francia)
POLICES! durata 55′
dall’omonimo testo di Sonia Chiambretto
con Chiara Caimmi, Monica Demuru
suoni e musica Riccardo Fazi, V.L. Wildpanner
regia Claudia Sorace
in collaborazione con PAV progetto FABULAMUNDI.Playwriting Europe

“Polices!” (Polizie!) è un progetto di messinscena dell’omonimo testo, mai rappresentato in Italia, di Sonia Chiambretto, una delle più giovani e interessanti drammaturghe francesi in circolazione. L’autrice ha raccolto una serie di documenti di varia origine e provenienza (testimonianze di vittime, estratti di processi, testi di archivi, elenchi, mail) per comporre un testo che è una polifonia di voci e di tempi, tenuti insieme dal campo d’indagine principale: il mondo della polizia, francese e non solo, e le modalità con le quali essa interviene nella società civile.
Muta Imago è una compagnia teatrale e un progetto di ricerca artistica nato a Roma nel 2006, guidata da Claudia Sorace, regista e Riccardo Fazi, drammaturgo e sound designer. E’ alla continua ricerca di forme e storie che mettano in relazione la sfera dell’immaginazione con quella della realtà presente, umana, politica e sociale. Per questo realizza spettacoli, performance, installazioni, dove lo spazio è quello del rapporto e del conflitto tra l’essere umano e il suo tempo. Lo spettacolo Hyperion (2015), Pictures from Gihan (2013) e i progetti Antologia di S. (2015) e Art you Lost? (2013-2014) sono gli ultimi lavori prodotti. Monica Demuru è cantante, performer, esperta di uso della voce.

domenica 18 settembre 2016
ore 21 SPAZIO MATTADaniela Marcozzi (Città Sant’Angelo/Berlino)
RIGHT ON! durata 40′
adattamento di un frammento di “La Peste” di Albert Camus
Spettacolo in inglese con sottotitoli

Nel 2012 tre cari amici dell’autrice sono stati accusati di associazione sovversiva con finalità di terrorismo internazionale e trattenuti per un anno in carcere preventivo (senza processo) secondo la legge anti-terrorismo 270bis. Ad ora la maggior parte delle accuse sono state ritirate in quanto inconsistenti. Ispirandosi a questi eventi, attraverso il teatro fisico ed un monologo liberamente tratto da “La Peste” di A.Camus, la performer riflette sull’uso della legge come strumento di controllo e repressione, e porta in scena quella forza di cui l’uomo ha bisogno per rimanere uomo. “Ciascuno la porta in sé la peste. Il microbo è naturale. Il resto, la salute, l’integrità, la purezza, sono un effetto della volontà, e di una volontà che non si deve mai fermare.”A.Camus, La Peste.
Daniela Marcozzi, nata a Bologna nel 1983 con origini abruzzesi, ha attualmente sede a Berlino dove lavora come libera professionista: è la direttrice artistica della compagnia di Teatro Contemporaneo Marcozzi Contemporary Theater, attrice, regista ed educatrice teatrale. Laureata in Biotecnologie, al momento è impegnata nella realizzazione di un training fisico-emotivo fondato sulla biochimica delle emozioni e l’espressione fisica e vocale.

ore 22 FLORIAN ESPACE
Teatro della Caduta (Torino)
MADAMA BOVARY durata 55′
liberamente ispirato a “Madame Bovary” di Gustave Flaubert
con brani tratti da Guido Gozzano
di e con Lorena Senestro
musiche originali Eric Maestri, costumi Stefania Berrino, disegno luci Roberto Tarasco
regia Massimo Betti Merlin e Marco Bianchini
Spettacolo finalista Premio Scenario 2011

L’universo di Flaubert e l’ambientazione di Madame Bovary sono prossimi alla bruma che aleggia sui prati della pianura padana e ai personaggi che la popolano con i loro caratteri propri della vita di provincia, nella sua dimensione assoluta, esistenziale. Lorena Senestro reinventa una Emma Bovary dei nostri giorni, in chiave piemontese. I personaggi e le atmosfere del romanzo sono rievocate attraverso versi di Guido Gozzano e filtrate dall’autobiografia dell’attrice – che è anche autrice del testo.
Lorena Senestro è anche autrice e interprete del monologo per versi, suoni e voci dal titolo Leopardi Shock, interamente basato su testi di Giacomo Leopardi e presentato alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, all’Istituto Italiano di Cultura di Strasburgo e per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia su invito del Teatro Stabile di Torino. Il suo ultimo spettacolo, Admurese, è stato presentato nella stagione 2012-2013 del Teatro Stabile di Torino.

venerdì 16 settembre ore 18
CIVICO 16
via San Silvestro 16 PESCARA
FOCUS Dehors/Audela (Roma)
Vernissage Mostra NOTICE OF STORM 2016
un progetto di Salvatore Insana
a cura di Valentino Catricalà
con un intervento di Alessandra Cava
e con un testo a cura di “L’emergere del possibile” (Francesco Cazzin, Francesca Rusalen)
NOTICE OF STORM, un’opera video e un progetto di ricerca fotografica
concept, film, editing, sound SALVATORE INSANA
con la voce di Elisa Turco Liveri 9′, video, 2016
La mostra resterà aperta fino al 30 settembre

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • La nuova DS9 è a Pescara: provala in anteprima presso il DS Store

    • Gratis
    • dal 7 al 11 aprile 2021
    • Ds Store
  • Arancini al kimchi e calamari ripieni, il super food coreano sbarca nelle cucine italiane

    • Gratis
    • dal 16 aprile al 8 maggio 2021
  • Festival del lavoro e delle nuove professioni il 14 e 15 aprile

    • Gratis
    • dal 14 al 15 aprile 2021
  • "Come prevedere il comportamento umano?", webinar informativo gratuito

    • Gratis
    • 13 aprile 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    IlPescara è in caricamento