rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Mostre Centro Storico / Piazza Giuseppe Garibaldi, 51

Inaugurata al Circolo Aternino la mostra antologica di Carmine Galiè [FOTO]

Le opere saranno esposte fino al 6 gennaio tutti i pomeriggi dalle 17 alle 19,30. Organizza l'Endas Cultura Abruzzo, con il patrocinio dell’amministrazione comunale

Al Circolo Aternino di Pescara ieri, 27 dicembre, è stata inaugurata la mostra antologica di Carmine Galiè. Si è cominciato con un convegno curato da Sofonia Berardinucci Palestini sul tema “Il colore nei territori dell’uomo”, con gli interventi di Franca Minnucci, Nicolantonio D’Orazio, Antonio Di Loreto, Filippo Montefusco, Simone D’Angelo e Mariarita Paoni Saccone. Le opere saranno esposte fino al 6 gennaio tutti i pomeriggi dalle 17 alle 19,30. Organizza l'Endas Cultura Abruzzo, con il patrocinio dell’amministrazione comunale.

"50 anni d'arte qui al Circolo Aternino - ha sottolineato il curatore Massimo Pasqualone - per una mostra fortemente voluta da Endas Abruzzo, ringrazio il presidente Simone D'Angelo. Io sono il presidente di Endas Cultura Abruzzo, quindi una bellissima collaborazione. Una mostra, quindi un momento di dibattito coordinato da Sofonia Berardinucci Palestini, una grande artista che ha esposto in Polonia, in Belgio, nella Repubblica di San Marino, in Spagna e in tutta Italia con tantissimi premi. Qui festeggiamo e celebriamo anche in questi tempi i 50 anni d'arte con una bellissima mostra: ci saremo fino al 6 gennaio. Abbiamo voluto fare questo matrimonio tra cultura, arte, letteratura e cercheremo di organizzare altri eventi nei pomeriggi che caratterizzano l'apertura della mostra".

"La mostra rappresenta qualche anno della mia attività - ha spiegato Galiè - In questa mostra che il professor Pasqualone ha voluto definire antologica ci sono circa 7-8 anni di mia produzione che vanno dal 2016 fino al 2021. Vi sono dei pezzi del passato che sono rappresentati dalle città invisibili di Calvino che io e il professore abbiamo portato in tutta Italia nel 2018. Poi ci sono un paio di pezzi dell'anno prima e quel cambio di passo della mia tecnica del mio vedere artistico degli ultimi anni, dal lockdown ad oggi, quindi se si va a guardare c'è proprio qualcosa che è cambiato durante quel periodo. Insieme al professor Pasqualone abbiamo in cantiere un progetto di una grande antologica dagli anni '90 fino al 2022, quella sarà molto più grande, qui c'è una produzione legata da un sottile filo che unisce sia la tecnica che l'interpretazione delle cose, dagli anni passati in poi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata al Circolo Aternino la mostra antologica di Carmine Galiè [FOTO]

IlPescara è in caricamento