rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cultura Centro / Piazza Michele Muzii

Anche il mercato coperto di piazza Muzii ospita il Fla: venerdì 10 novembre arriva Peppe Millanta

La consigliera Zamparelli annuncia intanto che sarà pubblicato anche il bando per aprire gli spazi del mercato a nuovi operatori e si è appena chiuso il bando per ridistribuire gli spazi per chi opera già al suo interno

Il mercato coperto di Piazza Muzii torna a ospitare il Fla (Festival di Libri e altre cose), che si apre oggi e sarà composto da oltre 200 appuntamenti. A tale riguardo, la consigliera comunale delegata ai mercati della città, Zaira Zamparelli, si dice "entusiasta di annunciare la performance di Peppe Millanta", in programma nel pomeriggio di venerdì 10 novembre, alle ore 18, "che farà riaprire le porte del mercato alla cultura per la presentazione del libro "Cronache da Dinterbild". Un passaggio importante nel percorso di rilancio che stiamo portando avanti nei mercati e che non passa solamente per le attività tipiche di queste strutture".

L'ingresso al pubblico sarà libero. Zamparelli puntualizza con soddisfazione che "oltre al commercio che anima questi spazi ogni mattina c'è anche altro, insomma, e il ritorno del Fla ne è la riprova. Intanto, però, desidero annunciare che a breve sarà pubblicato anche il bando per aprire gli spazi del mercato di piazza Muzii a nuovi operatori mentre si è appena chiuso il bando per ridistribuire gli spazi per chi opera già al suo interno".

Peppe Millanta qualche anno fa davanti al mercato Muzii

"Cronache da Dinterbild", pur essendo in viaggio da pochi mesi, è già noto come “sprequel” (che è un sequel, ma anche un prequel) con le ironiche, surreali, mirabolanti storie dei personaggi che hanno popolato il mondo di Vinpeel, prima che ci scivolassero dentro. La scrittura di Peppe Millanta diverte e incanta, gioca col lettore anche con quanto lasciato in sospeso nel romanzo precedente "Vinpeel degli orizzonti". Nel villaggio di Dinterbild non c’è più nessuno. Sono rimasti soltanto Ned e il signor Biton. Aspettano che il mare porti le conchiglie giuste. Sono le conchiglie che dentro hanno le storie di tutti gli amici che hanno deciso di partire verso l'Altrove.

Ned ha un piano, folle, l'unico possibile: vuole usarle per costruire qualcosa. In una cornice narrativa fatta di dialoghi, maree, attese e speranze, le pagine si popolano dei racconti custoditi dal mare. Sono teneri, divertenti, dolorosi, parlano di occasioni perdute, di attimi di felicità scivolati tra le dita, di coincidenze misteriose che segnano i destini. E mentre le storie spuntano dalle pagine, gli unici due abitanti lavorano al loro progetto, capiscono di non essere soli, e che Dinterbild è un crocicchio di esistenze. Non gli resta che scoprire come e se riusciranno a lasciare il misterioso villaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il mercato coperto di piazza Muzii ospita il Fla: venerdì 10 novembre arriva Peppe Millanta

IlPescara è in caricamento