Cultura

Assegnati i premi del concorso gastronomico “Lu Carrature d’Ore”

La competizione, alla quale hanno partecipato 12 cuochi abruzzesi, si è svolta con una nuova formula, più vicina agli standard dei concorsi culinari nazionali e internazionali, adottata dalla giuria presieduta dal giornalista Massimo Di Cintio

“Lu Carrature d’Ore”, il più antico concorso gastronomico d’Abruzzo e uno dei più antichi d’Italia organizzato dall’Associazione Provinciale Cuochi Pescara, ha assegnato ieri sera i premi più ambiti previsti dalla ventisettesima edizione che si è conclusa negli spazi della Fiera di Pescara.

La competizione, alla quale hanno partecipato 12 cuochi abruzzesi, si è svolta con una nuova formula, più vicina agli standard dei concorsi culinari nazionali e internazionali, adottata dalla giuria presieduta dal giornalista Massimo Di Cintio e che ha visto, tra gli altri, la presenza del nuovo general manager della Nazionale italiana cuochi e giudice WACS Gaetano Ragunì.

“Anche quest’anno la qualità delle ricette e la professionalità dei partecipanti – ha detto Narciso Cicchitti, presidente dell’Associazione Cuochi Pescara – hanno dimostrato che la cucina regionale è al passo dei tempi per creatività e per capacità di utilizzo di tecniche e tecnologie al servizio della valorizzazione dei prodotti tipici e delle tradizioni culinarie regionali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegnati i premi del concorso gastronomico “Lu Carrature d’Ore”

IlPescara è in caricamento