rotate-mobile
Economia

Rottamazione cartelle Equitalia: gli abruzzesi rischiano di rimanere esclusi?

A lanciare l'allarme il capogruppo alla Regione del M5S Marcozzi, che parla di un enorme ritardo da parte della Regione nell'approvare l'atto che consente di sbloccare la rottamazione per i contribuenti abruzzesi

Gli abruzzesi rischiano di rimanere fuori dalla "rottamazione" delle cartelle Equitalia che consente di pagare le cartelle ricevute dal 2000 al 2017 senza interessi di mora e spese. Lo ha fatto sapere il capogruppo alla Regione del M5S Marcozzi, che parla di un ritardo inaccettabile e molto rischioso da parte del Governo Regionale nell'approvare il relativo atto che consentirà ai cittadini della nostra Regione di usufruire dei benefici.

La legge a cui Sara Marcozzi fa riferimento è il D.L. 148 del 16 ottobre 2017 che  prevede la così detta “Estensione della definizione Agevolata dei carichi” (nota come “Rottamazione bis” delle cartelle esattoriali ). Detta norma prevede che, relativamente ai carichi inclusi in ruoli affidati gli enti della riscossione negli anni dal 2000 al 30 settembre 2017, i debitori possano estinguere il debito senza corrispondere le sanzioni né interessi di mora delle somme affidate all’agente di riscossione a titolo di capitale ed interessi, di quelle maturate a favore dell’agente della riscossione, e di rimborso delle spese per le procedure esecutive, nonché il rimborso delle spese di notifica della cartella di pagamento.

A NATALE STOP A MIGLIAIA DI CARTELLE COMUNALI

L'ente regionale dunque deve approvare rapidamente, in quanto i tempi sono in scadenza, la delibera che consentirà agli abruzzesi di essere inclusi per le cartelle che riguardano atti ed ingiunzioni di enti pubblici locali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rottamazione cartelle Equitalia: gli abruzzesi rischiano di rimanere esclusi?

IlPescara è in caricamento