rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Economia

Protestano anche in Abruzzo gli agricoltori contro le politiche europee: sit-in all'ex Cofa

È partita da Teramo la mobilitazione contro i tagli ai sussidi e la revisione dei prezzi della grande distribuzione. Nel Pescarese la protesta e il confronto: al loro fianco il consigliere regionale FdI Marco Cipolletti

È iniziata anche in Abruzzo la protesta degli agricoltori contro le politiche comunitarie che prevedono il taglio dei sussidi per il settore. A sostenerli davanti alla sede del consorzio di Bellante dove si sono riuniti, c'era il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Marco Cipolletti. La protesta, che è partita dalla Germania, è contro i tagli ai sussidi per il gasolio ad esempio, ma anche contro i prezzi della grande distribuzione che spingerebbero proprio a dipendere troppo da quei sussidi che rischiano in parte di perdere.

“Per prima cosa bisogna considerare la lealtà degli agricoltori che hanno chiesto un luogo dove manifestare e confrontarsi senza creare problemi alla viabilità: inizialmente era stato chiesto al consorzio agrario che poi ha rifiutato la disponibilità – spiega Cipolletti -. Alcuni agricoltori si sono radunati fuori dal piazzale del consorzio agrario dalle 10 di sabato 20 gennaio. Una iniziale disponibilità da parte della Coldiretti contattata al fine di dirimere il problema non ha poi trovato concreto seguito nell'ospitare l'iniziativa del gruppo di agricoltori formatosi. Alle 12.45 è arrivata la notizia che il l'incontro inizialmente non autorizzato, si svolgerà da lunedì 22 presso il piazzale ex Cofa della Val Pescara”, aggiunge ribadendo la presenza e il sostegno incondizionato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protestano anche in Abruzzo gli agricoltori contro le politiche europee: sit-in all'ex Cofa

IlPescara è in caricamento