rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Offerte di lavoro

Concorso pubblico per 15 posti all'università d'Annunzio: si cercano collaboratori del settore amministrativo

Cinque posti della procedura sono riservati prioritariamente alle categorie di volontari delle forze armate, due agli operatori volontari che hanno completato il servizio civile universale senza demerito

L'università d'Annunzio di Chieti-Pescara ha bandito un concorso pubblico per 15 posti a tempo pieno e indeterminato per collaboratori del settore amministrativo, posizione economica C1. Il bando, che è disponibile sul sito istituzionale di ateneo, scade venerdì 12 aprile, alle ore 13. La domande deve essere presentata online sulla piattaforma Pica.

Cinque posti della procedura sono riservati prioritariamente alle categorie di volontari delle forze armate, due agli operatori volontari che hanno completato il servizio civile universale senza demerito.

Per partecipare alla selezione è richiesto il possesso del diploma di scuola secondaria di II grado (o titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto equipollente in ai sensi della normativa vigente); cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell'Unione Europea; età non inferiore ai 18 anni; godimento dei diritti civili e politici; idoneità fisica all’impiego; non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo; non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, in forza di norme di settore, o licenziati per le medesime ragioni ovvero per motivi disciplinari, ovvero dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l'assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile nonché non aver riportato condanne con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso un pubblica amministrazione; non avere legami di parentela o affinità, entro il quarto grado compreso, con il rettore, il direttore generale, i componenti del consiglio di amministrazione dell'ateneo, nonché con un professore appartenente al dipartimento o struttura interessata.

La selezione prevede una prova scritta, anche a contenuto teorico-pratico, e un'orale, entrambe volte a verificare il possesso delle conoscenze e competenze funzionali all’espletamento della professionalità ricercata. Per i candidati stranieri le prove di esame saranno volte ad accertare anche la conoscenza della lingua italiana.

In particolare, si richiedono conoscenze giuridico-amministrative di base: elementi di diritto privato con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti; elementi di diritto amministrativo con particolare riguardo alla disciplina del procedimento amministrativo, degli atti amministrativi e dell’accesso agli atti (Legge n.241/1990 e s.m.i.), alla disciplina in materia di anticorruzione, trasparenza e privacy, alla normativa in materia di appalti pubblici e sistemi di acquisto nelle pubbliche amministrazioni (nuovo codice degli appalti; Consip e Mercato Elettronico della pubblica amministrazione); normativa generale relativa alla disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche (D. Lgs. n. 165/2001 e s.m.i.); principi ed elementi generali di contabilità economico-patrimoniale e analitica delle università; legislazione universitaria (Legge n. 240/2010 e s.m.i.); statuto e regolamenti di ateneo; buona conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse; conoscenza della lingua inglese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso pubblico per 15 posti all'università d'Annunzio: si cercano collaboratori del settore amministrativo

IlPescara è in caricamento