rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Economia

Il Cna sul Piano Casa: "Un'occasione persa per rilanciare l'edilizia"

Interviene il Cna sul Piano Casa approvato dal Consiglio Regionale, che ha visto diverse modifiche e tagli rispetto al testo originario. Per le imprese appartenenti all'associazione si tratta di una occasione perduta per rilanciare il settore edilizio abruzzese

Dopo l'approvazione da parte del Consiglio Regionale del Piano Casa voluto dalla Giunta Chiodi, che ha sostanzialmente accolto le richieste di modifica volute dall'opposizione regionale e dalle associazioni ambientaliste, interviene il Cna che critica il documento.

Per le imprese edili appartenenti all'associazione, rappresentate da Federico Scardecchia, il Piano Casa poteva essere l'occasione giusta per rilanciare un settore, quello delle costruzioni, in seria difficoltà a causa della crisi economica.

"Secondo i dati diffusi dal Cresme, ovvero il più importante centro di ricerche del settore, indicano un ridimensionamento del mercato valutabile attorno al 20-25 per cento."

"Inizialmente il testo del Piano Casa poteva ridare ossigeno ad un settore in difficoltà con molti posti di lavoro a rischio in Abruzzo, ora invece si rivelerà una misura solo parzialmente utile per l'edilizia".

In particolare, il Cna Costruzioni contesta l'esclusione dell'edilizia non residenziale dal piano, che avrebbe rappresentato il vero volano per le costruzioni, mentre il documento approvato riguarda strettamente l'edilizia residenziale e le singole abitazioni, con interventi di ampliamento  e ristrutturazioni per altro limitati.

Infine, perplessità anche sui tempi di attuazione: i Comuni infatti avranno a disposizione fino a quattro mesi per indicare le zone dove il Piano non potrà essere applicato.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cna sul Piano Casa: "Un'occasione persa per rilanciare l'edilizia"

IlPescara è in caricamento