Lunedì, 27 Settembre 2021
Economia Riviera Nord

Concessione Eriberto, il Consiglio di Stato dà nuovamente ragione al Comune

Ancora una decisione favorevole al Comune di Pescara sullo stabilimento Eriberto. Del Vecchio: "L'ordinanza del Consiglio di Stato è la conferma della legittimità del provvedimento di decadenza adottato dagli Uffici comunali"

Legittimo l'operato del Comune circa il provvedimento di decadenza della concessione adottato dall'Ente verso la società Ristorazione Srl, titolare dello stabilimento balneare Eriberto. Con ordinanza n. 724 pubblicata il 23 marzo scorso, il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale ha infatti rigettato la sospensiva richiesta dalla Srl sulla sentenza del Tar che aveva disposto la decadenza della concessione. “Si tratta di un ulteriore provvedimento che chiarisce le diverse competenze e responsabilità tra Demanio Marittimo nelle sue articolazioni centrali e periferiche e soggetti concessionari”, afferma il vicesindaco Enzo Del Vecchio.

Già il 14 ottobre 2016, con sentenza n. 329/16 il Tar Abruzzo – Sezione di Pescara aveva respinto il ricorso con cui la società chiedeva al Giudice amministrativo di dichiarare illegittimo, e quindi di annullare, il provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima relativa agli spazi destinati alla ristorazione della struttura, emesso dal dirigente del Servizio Demanio Marittimo del Comune nel 2005 e, inoltre, di condannare lo stesso Ente al risarcimento dei danni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concessione Eriberto, il Consiglio di Stato dà nuovamente ragione al Comune

IlPescara è in caricamento