Economia

Aumento dei pedaggi sulla A24/A25, Strada Parchi non ci sta: "Rincari trascurabili"

Anche quest'anno monta la polemica relativa agli aumenti autostradali imposti da Strada dei Parchi sulla A14 ed A25 in particolare sulla tratta Pescara - Roma e Teramo - Roma. Ma la società replica: "Polemiche assurde"

Aumento dell'1,62% delle tariffe autostradali lungo la A24 ed A25, nella tratta fra Pescara e Roma ed aumenti anche se più lievi anche nella tratta aquilana. Anche quest'anno monta la polemica per il rincaro delle tariffe autostradali imposto da Strada dei Parchi Spa. Si tratta dell'ennesimo aumento negli ultimi anni che ha fatto nuovamente infurirare le associazioni di categoria e dei consumatori.

Strada dei Parchi si difende e parla di polemiche strumentali ed inaccettabili, considerando che nella tratta più lunga oggetto degli aumenti ovvero la Pescara/Chieti - Roma il rincaro è di 30 centesimi per le automobili passando da 19,10 euro a 19,40 euro. Aumenti di 10 centesimi nella tratta L'Aquila - Est Avezzano mentre non ci saranno aumenti nella tratta L'Aquila Ovest Avezzano. Nessun aumento nella tratta laziale.

POLEMICHE PER GLI AUMENTI DEI PEDAGGI

"Davanti a incrementi davvero molto contenuti delle tariffe, Strada dei Parchi trova stucchevoli le polemiche preventive e quelle successive a una decisione del Ministero che è frutto di una normativa. Il meccanismo di calcolo e di applicazione delle tariffe su A24 e A25 è rigidamente fissato da una formula che è inserita nella convenzione e nelle norme in materia di servizio pubblico dato in concessione. Il mantenimento in efficienza di un servizio importante come quello autostradale si fonda sul pagamento del pedaggio" ha aggiunto Strada dei Parchi, ricordando che con il Telepass gli automobilisti e le società di trasporti possono risparmiare fino al 20% sulle tratte abruzzesi, un servizio che però viene ancora spesso ignorato dagli utenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento dei pedaggi sulla A24/A25, Strada Parchi non ci sta: "Rincari trascurabili"

IlPescara è in caricamento