Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

Caos cantieri lungo la A14: autotrasportatori e sindacati chiedono interventi immediati e sconti sui pedaggi

Le associazioni e le sigle sindacali chiedono un intervento immediato per risolvere il problema delle code e delle chiusure che sta provocando disagi e perdite economiche

Intervenire subito lungo l'autostrada A14 nel tratto abruzzese e marchigiano, per riuscire a risolvere il problema del caos traffico, code e cantieri che in queste settimane dopo il lockdown sta provocando disagi e perdite economiche per il settore dei trasporti. La richiesta, al ministro De Micheli, arriva da Agci, Casartigiani, Cia, Claai, Cna, Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Confindustria, Legacoop, Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

La note è stata inviata anche al presidente Marsilio ed ai parlamentari abruzzesi, al fine di sbloccare una situazione insostenibile con tempi di percorrenza superiori in autostrada rispetto alle strade statali. Inoltre, vanno ridotti i costi dei pedaggi considerando i disservizi:

Una combinazione micidiale di due eventi - i viadotti parzialmente sequestrati e le gallerie oggetto di interventi per la messa in sicurezza – che «ha creato un ingestibile caos nella circolazione, con continui rallentamenti e micro-tamponamenti, oltre a lunghe code che, soprattutto in particolari momenti della giornata e della settimana, rendono gli spostamenti in questo tratto degli insopportabili calvari. Situazione destinata ad aggravarsi ulteriormente nel momento in cui comincerà il cosiddetto “esodo estivo” per le vacanze

L'obiettivo è far sbloccare al ministro le pratiche burocratiche per ridurre ed eliminare i disagi, una richiesta che arriva da tutte le realtà sociali, economiche, produttive abruzzesi ottenendo una giusta riduzione dei costi di transito lungo l'A14.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos cantieri lungo la A14: autotrasportatori e sindacati chiedono interventi immediati e sconti sui pedaggi

IlPescara è in caricamento