Martedì, 26 Ottobre 2021
Penne Penne

Penne, è emergenza rifiuti per le vie del centro

Dopo la chiusura della discarica di Colle Cese, Penne, così come altri 46 comuni del pescarese, in attesa di trovare un accordo per poter utilizzare la discarica di Casoni di Chieti, si ritrova con l'immondizia per le strade

E' ancora emergenza rifiuti a Penne. Con la chiusura della discarica di Colle Cese, arrivata alla completa saturazione, il capoluogo vestino, così come altri 46 comuni del pescarese, si ritrova con l'immondizia abbandonata nelle proprie strade.

In attesa che si arrivi al più presto ad un accordo, la società Ambiente Spa, che gestisce i rifiuti di ben 42 comuni del pescarese,  dovrà trovare un accordo con la Deco spa per l'utilizzo del TMB di Casoni.

Contestualmente i sindaci del pescarese hanno chiesto al presidente della Regione, Gianni Chiodi, di poter utilizzare la discarica di Casoni, in modo da non dover pagare costi aggiuntivi per il trasporto del pattume trattato.

A Penne intanto la situazione rifiiuti è critica soprattutto in centro, Corso Alessandrini in particolare, e nei quartieri più popolosi come quello del Carmine.

"Abbiamo chiesto alla Deco che il pattume venga tolto quantomeno dalle strade", ha detto il sindaco di Penne Rocco D'Alfonso. "La situazione incresciosa - ha spiegato D'Alfonso - è stata provocata dai vertici della politica regionale e a causa della solidarietà data ai comuni del teramano, permettendo di far confluire i loro rifiuti a Colle Cese, nel loro momento di bisogno".

Emergenza rifiuti a Penne 14 marzo

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne, è emergenza rifiuti per le vie del centro

IlPescara è in caricamento