rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Montesilvano Montesilvano

Anche Montesilvano ha celebrato il giorno del ricordo con una cerimonia nel parco Guy Moll

La cerimonia si è tenuta nel parco che si trova in via Vestina sabato 10 febbraio

Anche a Montesilvano si è svolta una cerimonia per il giorno del ricordo, istituito nel 2004 per er rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e per conservare nella memoria una tragedia troppo a lungo taciuta. ì

Sabato 10 febbraio l'amministrazione comunale ha voluto commemorarli con una cerimonia che ha preso il via, in mattinata, all’interno del parco Guy Moll, coordinata dal presidente dell’associazione “Amici di Bocca del Serchio” Alberto Gradin. 
A presenziare la cerimonia e deporre una corona in suffragio delle vittime il sindaco Ottavio De Martinis, il presidente della Regione Marco Marsilio, il Capitano Roberto Lunardo, il comandante Nicolino Casale, il consigliere comunale Marco Aurelio Getulio Forconi e i rappresentanti dell’Associazione nazionale bersaglieri e degli Amici di Bocca del Serchio.
Come ha ricordato il primo cittadino, Montesilvano è stato il primo comune ad intitolare - nel 1995 - ai martiri delle Foibe, oltre al monumento in piazza Guy Moll, anche le vie martiri delle foibe e Antonio Pieramico, quest’ultima in ricordo del giovane montesilvanese infoibato all’età di 19 anni. De Martinis ha dichiarato:

“Ricordare è importante ma soprattutto necessario per conservare e rinnovare la memoria di quei fatti tragici. “È fondamentale per le giovani generazioni ripercorrere queste tappe, anche se dolorose, perché solo così potranno formare una coscienza e una consapevolezza”. 

A conclusione della cerimonia, il consigliere Forconi ha dato lettura alla preghiera per i martiri delle Foibe seguito da un minuto di silenzio e raccoglimento nel ricordo di tutte le vittime innocenti, in particolare di Norma Cossetto, la studentessa istriana violentata e infoibata, simbolo delle donne vittime di violenza e persecuzione e di questa grande tragedia delle Foibe dove morirono migliaia di italiani. Anche a lei, l’amministrazione ha intitolato un giardino sul lungomare.  

In commemorazione della giornata del ricordo, il Comune di Montesilvano ha poi partecipato con il gonfalone della polizia locale alla cerimonia che si è svolta, sempre in mattinata, nella città di Pescara e che ha visto la celebrazione della santa messa nella chiesa dello Spirito Santo, la deposizione di una corona di alloro in piazza Martiri Dalmati e Giuliani e, infine, in piazza Italia a ricordo di Norma Cossetto e Giovanni Palatucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Montesilvano ha celebrato il giorno del ricordo con una cerimonia nel parco Guy Moll

IlPescara è in caricamento