Elezioni regionali 2019, Rotondi: "Per la Dc una percentuale dignitosa"

Parla il leader della Democrazia Cristiana per commentare l'esito del voto: "Non si può pretendere un posto in giunta con il 3% e un solo consigliere: non mi sembrerebbe un atteggiamento costruttivo"

Rispondendo a una domanda sull'ipotesi del 6% di consensi da conseguire da parte della lista Udc-Dc-Idea di cui aveva parlato durante la campagna elettorale, Rotondi ha aggiunto:

«Non è andata così perché è chiaro: quando una coalizione ti cannoneggia e ti dice giorno e notte 'fuori, fuori, fuori', c'è un elettorato più suggestionabile che dice: 'allora questo è un voto perso'».

La rottura tra il presidente Marco Marsilio e la lista Udc-Dc-Idea era stata causata dall'inserimento in extremis tra i candidati del sindaco di Prezza, Marianna Scoccia, ex assessore provinciale dell'Aquila di centrodestra, moglie del consigliere regionale uscente di Abruzzo Civico Andrea Gerosolimo, dimessosi da assessore regionale della Giunta di centrosinistra dopo la batosta della coalizione alle elezioni politiche del 4 marzo scorso.

Questo nonostante il veto di Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia. Marsilio aveva deciso allora di togliere i simboli della lista dalla coalizione di centrodestra, escludendo l'Udc-Dc-Idea dalla campagna elettorale e dalla futura maggioranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Coronavirus, un paziente risulta positivo al test: primo caso in Abruzzo

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus, l'ordinanza: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

Torna su
IlPescara è in caricamento