rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Elezioni comunali 2014

Ballottaggio Pescara, i primi commenti

E' da poco passata la mezzanotte quando arrivano i primi commenti a caldo di Marco Alessandrini, nuovo sindaco di Pescara, e di Luigi Albore Mascia, ex primo cittadino

Un abbraccio vero, senza formalità, fra Alessandrini e Mascia, una sorta di passaggio del testimone non ufficiale che però racchiude in sè il senso di una campagna elettorale dura, agonistica ma all'insegna del rispetto reciproco dei due candidati.

Dopo cinque anni, l'avvocato Alessandrini si prende la rivincita e batte nettamente l'ormai ex primo cittadino Luigi Albore Mascia, che aveva invece vinto al primo turno nel 2009.

Mascia e Alessandrini si incontrano in Comune: qui il candidato del centrodestra ha atteso l'arrivo del corteo dei vincitori, dove oltre al neo sindaco eletto era presente in prima fila anche il neo Presidente della Regione Luciano D'Alfonso. Ed ecco dunque che nella sala consiliare del Comune, per uno strano gioco del destino, si ritrovano tre sindaci della città, tre politici che si sono sfidati reciprocamente in diverse tornate elettorali, uscendo a volte vincitori, a volte sconfitti.

ALESSANDRINI "Una bella notte. Un po' mi dispiace, il voto è una festa della democrazia, ma è stata una festa non partecipata, non come avremmo voluto, ma va bene così. Nella vita ci sono cinque o sei giorni da ricordare. Questo per me è uno di quei giorni. Penso già a domani quando dovremo metterci al lavoro e dovremo dare risposte immediate a questo consenso."

MASCIA "Credo che l'astensione e la bassa affluenza penalizzino, per storia e tradizione, il centrodestra. I ballottaggi sono un po' come i calci di rigore e c'era il dato del primo turno. Se qualcosa si può recriminare, forse il fatto di essere andati divisi al primo turno, che ha inciso molto. Dispiace la poca partecipazione. Marco è stato eletto in modo chiaro e netto, ma è stato un quarto degli aventi diritto a eleggere un sindaco. Non è una polemica. Vorrei fare un'opposizione costruttiva. In questi cinque anni, i consiglieri d'opposizione non mi hanno mai concesso nulla, attaccandomi politicamente e in qualche caso anche a livello personale. Io sarò in consiglio comunale non per distruggere, ma per costruire."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio Pescara, i primi commenti

IlPescara è in caricamento