Venerdì, 19 Luglio 2024
Green

Riciclo delle sorgenti luminose: Pescara è la provincia che ne ha raccolte meno

I cittadini pescaresi ne hanno raccolte meno di un chilo, facendo posizionare la città all’ultimo posto in Abruzzo

Da inizio anno a fine giugno sono stati raccolti e riciclati 8 tonnellate di Raee (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). Tuttavia la provincia di Pescara è quella che ne ha raccolte meno. Si contano solamente 700 chilogrammi di sorgenti luminose raccolte nel primo semestre 2023.

Ecolamp, il consorzio che si occupa della raccolta e del riciclo dei uti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, fa sapere che quest’anno sono state raccolte in tutta Italia, da inizio anno a oggi, 1.359 tonnellate di Raee.

Ha infatti ritirato quest’anno 633 tonnellate tra piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo, apparecchi di illuminazione e pannelli fotovoltaici giunti a fine vita (raggruppamento R4), e 726 tonnellate di sorgenti luminose esauste (raggruppamento R5).

Pescara, dunque, è il fanalino di coda tra le province abruzzesi. Ma come si sono comportate le altre? Al primo posto c’è Teramo, che registra una raccolta di sorgenti luminose pari a 3,6 tonnellate. È seguita da Chieti, con 3 tonnellate e L’Aquila con 1 tonnellata raccolta.

“La quantità di rifiuti tecnologici gestiti da Ecolamp nel primo semestre del 2023 mostra un andamento complessivamente stabile. L’impegno del Consorzio si conferma quello di contribuire al raggiungimento dei target Europei di raccolta differenziata dei Raee, grazie all’offerta di servizi accessibili e di qualità, rivolti ai diversi detentori di questi rifiuti. A ciò si aggiungono campagne di informazione e comunicazione per diffondere tra cittadini e imprese, la conoscenza dei comportamenti più corretti e sostenibili in materia.” Commenta Fabrizio D’Amico, direttore generale di Ecolamp.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riciclo delle sorgenti luminose: Pescara è la provincia che ne ha raccolte meno
IlPescara è in caricamento