Si va verso un accordo, congelato il maxi aumento sull'autostrada Pescara-Roma

Il Codacons esprime soddisfazione in una nota, parlando di "un'ottima notizia per gli automobilisti e i cittadini di Lazio e Abruzzo". Ecco cosa ha dichiarato il presidente Carlo Rienzi

Mit e Strada dei Parchi hanno raggiunto un accordo per congelare per altri due mesi (luglio e agosto) gli aumenti dei pedaggi sulle autostrade A24 e A25, tra cui rientra anche quella che collega Pescara a Roma. In una nota il Codacons esprime soddisfazione, parlando di "un'ottima notizia per gli automobilisti e i cittadini di Lazio e Abruzzo":

“I residenti delle due regioni – spiega il presidente Carlo Rienzi – rischiavano di subire a partire dal prossimo 1° luglio una maxi-stangata sulle tariffe autostradali con un rincaro del +19%, aumento che avrebbe danneggiato la categoria degli automobilisti ed in particolare i pendolari che tutti i giorni utilizzano le due autostrade per andare a scuola o a lavoro. La sospensione dei rincari è pertanto una ottima notizia, ma non basta: chiediamo che gli incrementi congelati sulla A24 e A25 siano aboliti del tutto, per evitare che a settembre si ripresenti lo stesso spettro che danneggerebbe in modo evidente i cittadini”.

Potrebbe interessarti

  • Le 5 paninoteche di Pescara da provare assolutamente

  • Case vacanza, ecco gli 8 consigli della Polizia Postale di Pescara per evitare truffe

  • I 6 migliori abiti da cerimonia estivi da non perdere

  • Come cambiare il medico di famiglia a Pescara: la guida

I più letti della settimana

  • Massimiliano Allegri a spasso per le vie del centro di Pescara [FOTO]

  • Uomo ritrovato morto a Pescara in un capannone abbandonato

  • Dal mare arriva un borsone con una cassaforte contenente portagioielli, la scoperta in spiaggia [FOTO]

  • Cerca di separare i genitori che litigano ma spinge il padre che cade e muore

  • Allarme bomba in pieno centro a Pescara, chiuso corso Vittorio Emanuele II

  • Silvi, schianto sulla statale 16: morto un centauro

Torna su
IlPescara è in caricamento