rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia

Saldi 2014 a Pescara, Confcommercio: "Esercenti soddisfatti a metà"

Saldi estivi iniziati lo scorso week end, e che suscitano nei commercianti cittadini reazioni e bilanci contrastanti. Confcommercio ha intervistato alcuni di loro. "Inizio contrastante, ma i saldi non bastano"

Sono iniziati sabato scorso i saldi a Pescara. Confcommercio, come sempre, ha intervistato alcuni dei commercianti e negozianti per capire come sono andati questi primi giorni di sconti, da punto di vista delle vendite.

Esito contrastante per il sondaggio, con alcuni negozianti che hanno notato un sensibile incremento delle vendite, mentre altri parlano di indifferenza da parte dei clienti.

Per tutti, comunque, resta il problema di riuscire a far risalire le vendite durante tutto l'anno, e non solo nel periodo delle svendite.

"Ovviamente molti di quelli che hanno segnato una partenza discreta, tendono ad evidenziare che gli ultimi mesi sono stati veramente catastrofici dal punto di vista commerciale e molti operatori confidavano fortemente in un momento di ripresa.

Come sempre nella nostra città, l’offerta qualitativa si presentava ottima e in grado di “conquistare” l’utenza, anche perché l’inizio saldi con la stagione estiva appena iniziata certamente non è quello che vogliono le attività.

In molti chiedono di essere interpellati fra dieci giorni, perché solo allora si potrà vedere se il saldo ha portato l’effetto desiderato e si chiedono se questa partenza positiva continuerà nel prosieguo dei saldi.

Tutti gli addetti ai lavori sono consapevoli del fatto che la crisi del commercio non si può risolvere solo con le vendite a prezzi scontati e che l’effetto dei saldi durerà solo per poche settimane." dichiara Confcommercio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi 2014 a Pescara, Confcommercio: "Esercenti soddisfatti a metà"

IlPescara è in caricamento