rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Economia

Ministero dell’Istruzione, doccia fredda per l'Abruzzo: "Tagliati 201 posti dal personale docente"

La Cisl Scuola Abruzzo Molise ha fatto presente all’Usr Abruzzo e alla Regione che "il nostro sistema scolastico non è assolutamente in grado di sostenere un simile taglio di personale". Ecco cosa afferma il segretario generale Davide Desiati

Dal Ministero dell’Istruzione arriva una doccia fredda per l'Abruzzo: stando, infatti, a ciò che denuncia la Cisl Scuola Abruzzo Molise, saranno tagliati 201 posti dall'organico del personale docente.

"Il taglio ipotizzato - denuncia il sindacato - non tiene in alcun conto della situazione abruzzese. Innanzitutto non rispetta un criterio di proporzionalità. Non si tiene in alcun conto della particolare situazione orografica della nostra regione e della distribuzione della popolazione. Non si tiene in alcun conto della situazione disastrosa dell’edilizia scolastica, degli effetti dei terremoti, dei ritardi nella ricostruzione delle scuole, dei limiti strutturali delle scuole esistenti".

La Cisl Scuola Abruzzo Molise ha fatto presente all’Usr Abruzzo e alla Regione che "il nostro sistema scolastico non è assolutamente in grado di sostenere un simile taglio di personale". Il segretario generale Davide Desiati conclude affermando:

"Chiediamo all’intera classe politica regionale di intervenire, intanto per evitare danni di queste dimensioni e soprattutto per promuovere un’assegnazione del personale scolastico che tenga conto della nostra reale situazione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ministero dell’Istruzione, doccia fredda per l'Abruzzo: "Tagliati 201 posti dal personale docente"

IlPescara è in caricamento