rotate-mobile
Economia

Federalberghi Pescara fra dubbi e critiche per la fase 2: "Tanta incertezza e lavoratori ancora senza cassa integrazione"

Il vicepresidente della Federalberghi di Pescara e presidente della Commissione consiliare Turismo di Montesilvano Tocco fa il punto della situazione quando la stagione turistica è ormai imminente

Tanti dubbi, poche certezze e lavoratori ancora senza il pagamento della cassa integrazione di marzo. A parlare è il vicepresidente della Federalberghi di Pescara e presidente della Commissione consiliare Turismo di Montesilvano Tocco che parla di una situazione molto difficile ed una stagione turistica che inevitabilmente sarà danneggiata in modo drammatico dalla pandemia, anche se gli operatori vogliono tentare in tutti i modi almeno di rimanere a galla per pagare i costi fissi che continuano a correre nonostante le promesse ed i proclami.
Se da una parte mancano i protocolli, dall'altra sono arrivate ordinanze anche differenti da varie istituzioni rendendo il lavoro degli albergatori ancora più difficile. Senza considerare il problema dei lavoratori che non hanno ancora ottenuto il pagamento della cassa integrazione:

Non è possibile che i lavoratori siano ancora in attesa della cassa integrazione dal mese di marzo e che le aziende del settore turistico aspettino ancora gli aiuti indispensabili. Ora è importante la tempistica: fare in fretta deve essere la parola d'ordine, basta con proclami, ma occorrono fatti concreti prima che veramente sia troppo tardi

Le prenotazioni come immaginabile hanno un trend molto negativo e le strutture posticipano la riapertura sperando in una ripresa e che gli italiani possano scegliere vacanze sul territorio nazionale anche grazie agli incentivi presenti nell'ultimo decreto del presidente Conte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federalberghi Pescara fra dubbi e critiche per la fase 2: "Tanta incertezza e lavoratori ancora senza cassa integrazione"

IlPescara è in caricamento