rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Economia

Edicole, Confesercenti: "I Comuni devono intervenire o spariranno"

Fenagi-Confesercenti Abruzzo, con il presidente provinciale Manzo, interviene in merito alla grave crisi che sta colpendo le edicole, in particolare quelle che vendono solo giornali e riviste. "I comuni possono fare la loro parte"

Secondo Fenagi-Confesercenti Pescara, il 50% delle edicole sarebbe a rischio chiusura, se i comuni non cambieranno le aliquote di alcune tasse locali che rischiano di mettere in ginocchio un settore che ha visto una contrazione delle vendite pari a, 30 - 35%.

Lo afferma Luigi Manzo, presidente provinciale dell'associazione, che chiede ai comuni di rivedere le tasse per la gestione dei rifiuti e dell'occupazione del suolo pubblico.

"Nei piccoli centri i giornali non si vendono più, e con gli elevati margini imposti dai distributori, i piccoli esercenti non ce la fanno più. Eppure è possibile tamponare questa emergenza con interventi mirati, ed in queste ore stiamo scrivendo sia alla Regione che ai Comuni per chiedere interventi mirati"dichiara Manzo assieme al direttore provinciale Taucci, che chiede anche di cambiare le regole per consentire alle edicole di poter vendere anche altri generi di prodotti ed offrire servizi diversi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edicole, Confesercenti: "I Comuni devono intervenire o spariranno"

IlPescara è in caricamento