Coronavirus: lo stop dei ristoranti mette in ginocchio 500 pescherecci in Abruzzo

La Coldiretti lancia l'allarme riguardante il settore della pesca in Abruzzo che è strettamente collegato, come indotto, all'attività dei ristoranti

La chiusura prolungata dei ristoranti in Abruzzo mette a rischio i lavoratori di circa 500 pescherecci. L'allarme è stato lanciato da Coldiretti che parla di una situazione drammatica per il comparto pesca, considerando che in Italia il 55% del pescato viene consumato fuori casa e dunque nelle attività di ristorazione. Lo stop del settore alla vigilia dell'estate è un duro colpo per il settore ittico che coinvolge anche la chiusura di pescherie e mercati ittici all'ingrosso e alla produzione.

IN ABRUZZO OK ALL'ASPORTO SUL POSTO

Ad aggravare la paralisi del settore sono i limiti agli spostamenti che hanno causato anche il crollo della domanda di pesce fresco per consumo casalingo con la nuova tendenza a fare la spesa ogni 2-3 giorni, per evitare di doversi recare spesso al supermercato, che ha portato i consumatori ad orientarsi verso conservati e surgelati, considerando che il consumo pro capite di pesci, molluschi e crostacei in Italia si aggiorna attorno ai 30 chili all’anno.

La soluzione di vendita a domicilio e dell'asporto sul posto è utile ma non sufficiente ad aiutare il settore soprattutto se si guarda al settore turistico che è praticamente azzerato, e per questo occorre sostenere un settore sul quale pesa già fortemente la dipendenza dall'estero da dove arriva l'80% del pesce consumatori in Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La chiusura forzata di bar, trattorie, ristoranti, pizzerie e agriturismi ha dunque un effetto a valanga sull’agroalimentare regionale ed, oltre al pesce, ad essere colpiti sono anche vino, birra, carne, frutta e verdura ma anche salumi e formaggi di alta qualità che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno scambio di sguardi e c'è il colpo di fulmine, l'appello di una ragazza pescarese alla ricerca del suo principe azzurro

  • Arriva a Pescara per il matrimonio della sorella ma scopre di essere ricercato: fermato all'aeroporto

  • Gli auguri di Pep Guardiola e Manuel Estiarte ad un commerciante di abbigliamento di Pescara [VIDEO]

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Studente chiama la polizia per un furto in casa, ma gli agenti trovano 6 chili di droga nella stanza del coinquilino [FOTO]

  • Acerbo aggiorna sulle sue condizioni di salute: "Le cose vanno molto meglio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento