menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castiglione sulle imprese abruzzesi: "Ottimizzare le risorse"

La strategia d'intervento della Regione Abruzzo per incentivare lo sviluppo delle imprese, per Castiglione, può essere racchiusa in quattro punti: ottimizzazione delle risorse, competitività, conoscenza e innovazione tecnologica

La ricetta è stata fornita dal vicegovernatore Alfredo Castiglione, intervenuto al seminario su "Lo sviluppo delle piccole e medie imprese nel quadro delle risorse finanziarie comunitarie, nazionali e regionali", che si è svolto a Pescara presso l'Aula Magna della Facoltà di Economia dell'Università D'Annunzio.

"Il momento di difficoltà che stiamo vivendo - ha affermato Castiglione - rappresenta la peggiore crisi dopo quella del 1929: bisogna prendere atto che la diretta conseguenza è il cambiamento del modo di vivere da parte delle famiglie e delle realtà produttive. Cambieranno anche i rapporti di confidenza sociale ed economica: ecco perché la Regione Abruzzo, cosciente di non poter intervenire con risorse proprie, sta attuando una politica di ottimizzazione delle risorse di finanziamento che provengono dalla Comunità europea per sostenere interventi strutturali che producano valore nel tempo e non siano semplici ammodernamenti".

Questa ottimizzazione consentirà di "continuare ad investire sulla competitività, sulla conoscenza e sull'innovazione, carte vincenti per un concreto sviluppo imprenditoriale ed industriale del nostro territorio. Non a caso - ha aggiunto Castiglione - la maggior parte dei nostri bandi puntano sui poli di innovazione, sulla ricerca, e sullo startup delle PMI. E' inoltre fondamentale creare azioni migliorative per l'accesso al credito, ristrutturando il sistema dei Confidi e della Finanziaria regionale utilizzando anche finanziamenti di natura europea. Abbiamo intenzione di accelerare la produzione di bandi comunitari che vanno esattamente verso questa direzione".

Attenzione particolare verso l'area del cratere, che ha bisogno anche "di riattivare un percorso produttivo ed industriale spezzato, e abbiamo già emanato - ha detto Castiglione - un bando di 35 milioni di euro per quelle aziende che hanno subito danni enormi. 11 milioni di euro verranno messi a disposizione per attrarre nuove imprese nell'area del cratere". Castiglione ha concluso parlando dei Fondi Fas che verranno indirizzati per "costruire un nuovo assetto di geografica economico-produttiva superando la logica attuale dei Consorzi industriali, per arrivare alla definizione delle reti d'impresa e del cluster". 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento