Economia

Per l'aeroporto di Pescara si pensa all'ingresso dei privati

D'Alfonso: "Penso che la terza fase della vita dell'aeroporto sia il ritrovamento di un privato che abbia identica e coerente ambizione. Dobbiamo cercare facendo anche un vero e proprio bando o manifestazione di interesse"

Il governatore ha sottolineato che si potrebbe procedere gia' nei prossimi mesi e che l'ipotesi potrebbe essere quella del 70% del capitale della Saga pubblico e del 30% privato. "Abbiamo superato la barriera dei 600.000 passeggeri che puntiamo a consolidare. Il piano industriale intende arrivare alla soglia di 850.000-un milione di passeggeri, cosi' l'aeroporto diventa autonomo e sostenibile con le proprie forze e capacita' imprenditoriali, senza dover contare su significativi apporti da parte della Regione", ha aggiunto Nicola Mattoscio, presidente della Saga, societa' di gestione dell'aeroporto d'Abruzzo, nel corso del taglio del nastro per la conclusione dei lavori di riqualificazione dell'area 'airside' dello scalo.

Mattoscio ha sottolineato che "negli ultimi due anni il modello di gestione e' stato volto a rilanciare gli aspetti strategici dello scalo, che ha un ruolo decisivo per la regione. L'aeroporto contribuisce alla ricchezza della regione con un valore di 600-700 milioni di euro, secondo stime molto prudenziali. Tra occupazione diretta e indiretta si contano circa 700 unita'. Ci sono margini di miglioramento, per arrivare al 3,5% del Pil abruzzese".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per l'aeroporto di Pescara si pensa all'ingresso dei privati

IlPescara è in caricamento