cinema Centro

Giovanni Veronesi premiato in Comune: "Girare un film a Pescara? Perchè no!"

Il regista toscano ha ricevuto il premio Old Cinema come riconoscimento alla sua creatività e all'impegno nel raccontare storie che colpiscono sempre nel segno, a cominciare dall'ultima opera, “Non è un paese per giovani”

Veronesi riceve il premio Old Cinema dalle mani del sindaco Alessandrini

Il regista Giovanni Veronesi è stato premiato ieri mattina a Palazzo di Città dal sindaco di Pescara, Marco Alessandrini. Veronesi ha ricevuto il premio Old Cinema come riconoscimento alla sua creatività e all'impegno nel raccontare storie che colpiscono sempre nel segno. Venerdì sera il cineasta toscano (è originario di Prato) aveva incontrato il pubblico nell'ambito dell'iniziativa "Genialità italiana sotto le stelle" per presentare il suo ultimo film, “Non è un paese per giovani”, incentrato sull’avventura di due ragazzi italiani che esportano idee e speranze all’estero.

Una pellicola che parla anche un po' pescarese, visto che la protagonista femminile è una nostra concittadina: Sara Serraiocco. Da noi stuzzicato sull'eventualità di girare una commedia nel capoluogo adriatico, Veronesi si è detto possibilista e ha risposto che "ogni località di mare è già di per sè un set", ricordando la sua esperienza con il Salento, dove qualche anno fa ha effettuato le riprese di "Una donna per amica" insieme a Fabio De Luigi e Laetitia Casta. In quel caso il merito è stato di una Film Commission che in Abruzzo invece manca, e della quale si discute da diverso tempo.

Poi Veronesi è passato a parlare del proprio rapporto con Pescara: "La conosco poco", ha ammesso, svelando però un aneddoto che risale al febbraio 2005, quando al 'Massimo' presentò "Manuale d'amore" insieme a tutto il cast. Ebbene, sulla strada del ritorno regista e attori incapparono in una tormenta di neve, e Margherita Buy chiese di essere lasciata nella più vicina stazione ferroviaria perchè non voleva proseguire il viaggio nel pullmino. Giovanni Veronesi sarebbe poi tornato dalle nostre parti nel 2007 (all'Arca di Spoltore) per l'anteprima di "Manuale d'amore 2": "Avevo detto che mi sarebbe piaciuto fare un pentagono, cioè realizzare ben cinque episodi di "Manuale d'amore" (si è fermato a tre, ndr), ma ora non lavoro più con il produttore Aurelio De Laurentiis. Tuttavia non escludo che un domani si possa riprendere questo progetto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Veronesi premiato in Comune: "Girare un film a Pescara? Perchè no!"

IlPescara è in caricamento