Mercoledì, 22 Settembre 2021
cinema

Città del Cinema, Tiboni: "Perché i Premi Flaiano non sono stati interpellati?"

Duro affondo della presidente: "Sembrerebbe che i Premi Internazionali Flaiano e l'Associazione Flaiano non debbano mai essere coinvolti quando si parla di cinema. Una tentazione in più per portare via i Premi da Pescara"

Carla Tiboni, presidente dei Premi Internazionali Flaiano 

Carla Tiboni, presidente dei Premi Internazionali Flaiano, interviene per commentare le ultime notizie di stampa secondo cui la famigerata "Città della Musica", progetto di cui si parla ormai da 20 anni, starebbe finalmente per vedere la luce e, al suo interno, verrebbe creata una "Città del Cinema", la cui gestione verrebbe affidata a una società privata non abruzzese.

Tiboni, ricordando che già esiste il Mediamuseum come "Casa del Cinema" e che, come annunciato durante la 48esima edizione dei Premi Flaiano, la struttura di piazza Alessandrini dovrebbe prossimamente accogliere il Museo Officina del Cinema Ennio Flaiano, evidenzia che "le due realtà potrebbero farsi concorrenza o intralciare il lavoro l'una dell'altra", ma soprattutto lamenta  "che molto poco si sa di queste iniziative, con nessun coinvolgimento e nessuna rete culturale per poter lavorare e sviluppare progetti, ad oggi".

E conclude: "Sembrerebbe che i Premi Internazionali Flaiano e l'Associazione Flaiano non debbano mai essere coinvolti quando si parla di cinema, così come bisognerebbe dialogare con le realtà culturali già esistenti in città e nella regione che potrebbero occuparsi della gestione della Città della Musica e della Città del Cinema. Una tentazione in più per portare via i Premi da Pescara".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città del Cinema, Tiboni: "Perché i Premi Flaiano non sono stati interpellati?"

IlPescara è in caricamento