rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Salute

Prevenzione tumori testa-collo: la Asl effettuerà visite gratuite a settembre

La Asl di Pescara invita i cittadini a sottoporsi a visite gratuite per prevenire i tumori testa-collo

La Asl di Pescara invita i cittadini a sottoporsi a visite gratuite per prevenire i tumori testa-collo. Nelle giornate del 19, 20 e 21 settembre 2023 sarà possibile, anche senza prenotazione, accedere allo screening gratuito. Si potrà accedere alle visite gratuite dalle ore 8 alle 13, le quali saranno effettuate dall’unità operativa complessa di otorinolaringoiatria e chirurgia cervico-facciale, dell’Ospedale Civile "Santo Spirito" di Pescara, diretta dal Dr. Claudio Donadio Caporale, Centro di Riferimento Regionale per le neoplasie del distretto testa-collo. Per informazioni chiamare al numero: 085 4252487.

La campagna europea di educazione e sensibilizzazione alla prevenzione dei tumori del distretto testa-collo (Make Sense Campaign) è promossa in Italia dall’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (Aiocc). Saranno oltre 130 i centri che, in quella settimana in Italia, organizzeranno giornate di diagnosi precoce gratuite, ad accesso libero o su prenotazione.

Cos’è il tumore testa-collo

Per tumore cervico-cefalico (o del distretto testa-collo) si intendono tutti i tumori che si sviluppano nell’area della testa e del collo ad esclusione di occhi, orecchie, cervello ed esofago.

Questo tipo di tumore tende a colpire maggiormente gli uomini (che hanno un’incidenza da due o tre volte superiore rispetto alle donne) e le persone di età superiore ai 40 anni, ma le diagnosi fra le donne e gli under 40 sono in aumento.

I principali fattori di rischio per lo sviluppo dei tumori della testa e del collo (in particolare per quelli del cavo orale, dell'orofaringe, dell'ipofaringe e della laringe) sono alcol e tabacco, che si stima siano responsabili del 75% delle incidenze della malattia; il rischio è esponenzialmente più alto per le persone che fanno uso di entrambi. Altri fattori di rischio sono rappresentati dalla cattiva igiene orale e dall’insufficiente consumo di frutta e verdura. Alcune forme di tumore dei seni paranasali hanno una maggiore incidenza nei lavoratori del legno (falegnami, parquettisti), mentre per alcuni tipi di tumori della testa e del collo sono un fattore di rischio le infezioni da tipi cancerogeni di Papilloma Virus umano (Hpv).

Nel 2020, solo in Italia, è stato diagnosticato a 9.900 persone un tumore testa-collo e 4.100 non sono sopravvissute alla malattia (fonte: “I numeri del cancro 2022”, Aiom), cifre che fanno del carcinoma della testa e del collo il settimo tumore più comune in Europa, con un’incidenza di circa la metà rispetto al cancro del polmone ma di due volte superiore a quello del collo dell’utero.

Hai la testa a posto? 1 sintomo per 3 settimane, 3 settimane per 1 vita è il motto dell'edizione italiana 2023 della Make Sense Campaign: 1per3 è infatti la regola da tenere sempre a mente quando si tratta dei sintomi dei carcinomi cervico-cefalici, spesso ignorati o associati a malattie stagionali come un comune mal di gola o un raffreddore. Una rapida comprensione delle avvisaglie della malattia è cruciale per una diagnosi precoce, in presenza della quale il tasso di sopravvivenza      sale all’80-90%, contro un'aspettativa di vita di soli 5 anni per coloro che scoprono la malattia in fase avanzata. Gli esperti sono d’accordo nel dire che, se presente anche solo uno di questi sintomi per tre settimane o più, è necessario rivolgersi al medico: dolore alla lingua, ulcere che non guariscono e/o macchie rosse o bianche in bocca; dolore alla gola; raucedine persistente; dolore e/o difficoltà a deglutire; gonfiore del collo; naso chiuso da un lato e/o perdita di sangue dal naso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione tumori testa-collo: la Asl effettuerà visite gratuite a settembre

IlPescara è in caricamento