rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Salute

Christmas blues: cos’è la depressione che colpisce durante le festività

In tal caso bisognerà fare i conti con stanchezza, senso di affaticamento, irritabilità, difficoltà di concentrazione, ipersonnia e iperappetenza

Con l’arrivo delle festività vien voglia di stare con parenti e amici, di ritrovarsi a far festa, di stare insieme agli altri. Tuttavia alcune persone navigano controcorrente e sono colpite da quella che viene definita Christmas blues (sindrome di Natale), ossia la depressione invernale che raggiunge il suo massimo picco a Natale.

Secondo i dati raccolti dal servizio di psicologia online Unobravo, da novembre 2021 a gennaio 2022, le richieste di supporto per depressione lieve sono aumentate del 466%. La curva cresce particolarmente durante i mesi invernali, che può essere collegata oltre che alle festività anche alla significativa riduzione di luce solare, da cui il disturbo affettivo stagionale (Sad - Seasonal Affective Disorder)”.

Si può vivere, durante le feste, uno stato di malessere con manifestazioni di malinconia, sbalzi d’umore, ansia e irritabilità o apatia, come ricorda la dott.ssa Emma Lerro, psicoterapeuta di Unobravo.

La malinconia può manifestarsi anche dopo le feste, quindi potrebbe trattarsi di un disturbo affettivo stagionale, causato in particolar modo dal ritmo biologico che impatta in modo negativo sulla produzione di alcuni neurotrasmettitori nel cervello, tra cui la serotonina. In tal caso bisognerà fare i conti con stanchezza, senso di affaticamento, irritabilità, difficoltà di concentrazione, ipersonnia e iperappetenza.

Ecco perché un supporto esterno può aiutare le persone malinconiche ad ascoltare le proprie emozioni e imparare a riconoscere pensieri e comportamenti che incidono sull’umore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Christmas blues: cos’è la depressione che colpisce durante le festività

IlPescara è in caricamento