È polemica per la decisione di far pagare l'affitto della sala consiliare del Comune

A sollevare la questione il consigliere comunale Pd Pagnanelli, che attacca il presidente del consiglio comunale Antonelli per la decisione di istituire delle tariffe per chi affitta la sala consiliare

La sala consiliare del Comune di Pescara diventa a pagamento per associazioni, comitati o cittadini che ne richiedono l'uso. A criticare la decisione, che sarebbe stata presa dal presidente del consiglio comunale Antonelli, il consigliere del Pd Pagnanelli che parla di cifre apparentemente basse per i giorni feriali a cifre elevate per i giorni festivi (dagli 80 a 100 euro).

Secondo Pagnanelli, si tratta di prezzi non simbolici come invece dichiarato nella delibera, ma di veri e propri canoni per avere introiti da parte dell'ente comunale:

Il fatto è di una gravità unica, in quanto la sala consiliare è da sempre stata considerata la sala dei
cittadini, di proprietà di tutta la collettività pescarese e pertanto concessa gratuitamente a chiunque ne
avesse avuto bisogno.
Durante i miei anni di presidenza in quella sala si sono riversate tutta la dinamicità e la vivacità della nostra
città in ogni campo, dall’arte al sociale, dalle scuole alle riunioni di associazioni benefiche; qualsiasi realtà
abbia chiesto alla Presidenza l’utilizzo della sala in questione è stata accolta a braccia aperte perché ho
sempre considerato il Comune la casa di tutti

Secondo il consigliere d'opposizione, per piccole onlus e associazioni o per comuni cittadini sarà impossibile utilizzare la sala costringendoli a rivolgersi altrove oltre a dare un pessimo messaggio alla città chiudendo le porte del palazzo comunale invece di diffondere cultura, arte, sociale, volontariato:

Una vera e propria tassa che renderà ancor più distante il palazzo dalla vita reale, economica, sociale e culturale dei pescaresi, più di quanto le scelte politiche del centro destra non abbiano già dimostrato in questi mesi di governo, e contribuendo sempre di più all’allontanamento dei cittadini dalla politica.

LA REPLICA DI ANTONELLI

Il Presidente Antonelli dimentica il senso della democrazia svolgendo il suo ruolo da “proprietario della sala” dimenticando che quella sala appartiene a tutta la città

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane perde il controllo del suo furgone e muore, ecco come si chiamava

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Il programma televisivo 'Food Advisor' fa tappa a Pescara [VIDEO]

  • Uomo trovato senza vita in casa, il cane lo veglia e aggredisce suo fratello

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

Torna su
IlPescara è in caricamento