Omicidio Giammarino, confermato l'ergastolo per Mirko Giancaterino

La Cassazione ha confermato la sentenza d'ergastolo per Mirko Giancaterino, 40enne di Penne che nel 2015 uccise Gabriele Giammarino nella sua abitazione dando anche fuoco alla casa

La Cassazione ha confermato la condanna all'ergastolo per Mirko Giancaterino, il 40enne che uccise il 13 settembre 2015 l'ex maresciallo dell'aeronautica Gabriele Giammarino nella sua abitazione di Penne.

Alla base del delitto il rifiuto da parte dell'80enne di consegnare del denaro a Giancaterino, tossicodipendente. A quel punto il raptus di follia che ha portato il 40enne a colpire con dei pugni e delle coltellate l'anziano, e subito dopo appiccando un incendio nell'abitazione di via Bernardo Castiglione.

La Corte d'Appello dell'Aquila aveva già confermato l'ergastolo del primo grado di giudizio. Le parti civili avranno 170 mila euro per quanto riguarda la sorella della vittima, e 100 mila euro per i due nipoti.

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • La scienza spiega perché le zanzare pungono soprattutto alcune persone

  • Come richiedere il certificato di Nascita a Pescara

  • Pericolo zecche: come riconoscerle e difendersi

I più letti della settimana

  • Maurizio Vandelli e Shel Shapiro in concerto gratuito per la festa di Sant'Andrea

  • Aeroporto, tre nuovi voli da Pescara per raggiungere le crociere di Costa: ecco quali

  • L'autopsia non chiarisce le cause del decesso di Tiziano Paolucci, morto in strada dopo una lite

  • Annullato il concerto di Jovanotti a Vasto, la proposta del centrosinistra: "Il Jova Beach Party a Pescara"

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • Pausini e Antonacci in concerto a Pescara, strade chiuse e divieti in zona stadio

Torna su
IlPescara è in caricamento