Guardia Costiera, operazione "Arca di Noè": chiusi due ristoranti, sequestri e multe

Importante operazione della Direzione Marittima di Pescara lungo la costa abruzzese, con controlli a tappeto su tutta la filiera del pesce. Chiusi due ristoranti, sequestrata oltre una tonnellata e mezzo di pesce

Importante operazione della Direzione Marittima di Pescara e della Guardia Costiera che ha eseguito controlli a tappeto su tutta la filiera del pesce lungo l'intera costa abruzzese. Impiegati 100 uomini e mezzi con sanzioni per 39 mila euro e due ristoranti chiusi.

In particolare, controllate imbarcazioni da pesca, centri di grande distribuzione, punti vendita al dettaglio, ristoranti. Proprio per quanto riguarda i ristoranti, è stata chiusa un'attività a Martinsicuro, a causa di gravi violazioni igienico sanitarie. A Pescara invece scoperto un ristorante di pesce abusivo privo delle necessarie autorizzazioni. Il titolare è stato denunciato e l'attività è stata chiusa.

MAXI SEQUESTRO DI PESCE

Multato anche il proprietario di un peschereccio che usciva in mare senza autorizzazione, in quanto privo del localizzatore satellitare per un guasto. Sequestrato il pescato, pari a 1.600 kg. Sigilli anche per l'imbarcazione e le attrezzature da pesca.

costi12-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Coronavirus, un paziente risulta positivo al test: primo caso in Abruzzo

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus in Abruzzo, il direttore Parruti: "Non andate in pronto soccorso"

Torna su
IlPescara è in caricamento