Dopo le feste tutti in palestra con il metodo Walking Up per tornare al peso forma

Il programma di allenamenti settimanale, proposto dall'istruttrice fitness Marcella Di Sante, può essere praticato anche all'aria aperta. Efficace contro lo stress e l'affaticamento cardiaco

L'ozio e i vizi si manifestano maggiormente durante il lungo periodo di festività natalizie.
Tra pranzi luculliani e cenoni abbondanti, uniti ai bagordi notturni, ecco che si fa fatica ad abituarsi nuovamente allo stile di vita canonico, con il fisico un po' più appesantito e la pigrizia che ci toglie energie e vitalità.

Oltre alla dieta ferrea, per tornare al peso forma esistono tanti metodi che soddisfano il benessere psicofisico e ricaricano le batterie.

Il più in voga ultimamente è il walking up, una pratica sportiva molto diffusa negli States che Marcella Di Sante, istruttrice di fitness qualificata originaria di Città Sant'Angelo, ha personalizzato rendendola accessibile a tutte le fasce di età. La nuova moda imperversa nelle palestre più gettonate di Montesilvano e Silvi Marina e consiste nel perfezionamento della camminata attraverso una serie di esercizi motori che migliorano la postura e l'attività cardiocircolatoria. Il giusto equilibrio tra mente e corpo si livella grazie all'utilizzo di un attrezzo meccanico molto somigliante al tapis roulant, sul quale è possibile simulare un'andatura in salita e sotto sforzo. Una sorta di trekking assistito, che insegna a regolarizzare il respiro quando siamo in affanno, a scaricare le tensioni accumulate dall'ansia e dallo stress e a rigenerare l'organismo con la stabilità della pressione sanguigna e il potenziamento dell'elasticità muscolare. Il tutto a ritmo di musica che rende più piacevole ogni lezione.

«Ma il bello del metodo walking up», afferma la personal trainer che ha sviluppato questa attività, «è che si applica anche outdoor, in gruppo e all'aria aperta, con l'aggiunta di una escursione a cavallo, curata dall'Asd Tropea, e di una pedalata "cross country" in mountain bike. Io e i miei allievi di una nota palestra di Montesilvano ci rechiamo spesso in  percorsi guidati che passano per i calanchi di Atri, la riserva naturale del Cerrano, i boschi di Caramanico e le vallate di Pian delle Mele. Ognuno ha il suo programma specifico di allenamento che si basa su una tabella di marcia precedentemente definita. Molto importante è il lavoro posturale, abbinato all'aerobica e agli esercizi di squat, affondi e addominali».

Il walking up è consigliato sia agli uomini che alle donne. È bene non forzare i ritmi, attenendosi alle regole che richiedono un minimo di 150 minuti fino ad un massimo di 360 minuti alla settimana. Fondamentale è appoggiare in maniera corretta la pianta del piede, armonizzando tallone e punta in modo da facilitare il rassodamento dei glutei. A trarne beneficio è la colonna vertebrale e tutta la struttura portante del corpo. Ma, come ricorda la stessa Di Sante: «A tutto questo bisogna dare seguito con una corretta alimentazione, senza abusi di ogni tipo, altrimenti ogni sacrificio in palestra o nei campi risulterà vano". Panettoni e torroni, se ne riparla fra un anno....». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Pescara, ciclista muore in strada stroncato da un malore - FOTO -

  • Veronica, la modella e commerciante pescarese che ha conquistato Fabio Fulco

  • Alessandro Mancini di Pescara è "Il Più Bello d'Italia" 2020

  • Nuova allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo: le previsioni per il 14 febbraio

  • Allerta meteo della Protezione Civile per venti di burrasca e mareggiate

  • Incidente in via Vestina, scooter travolge 2 persone: interviene l'elisoccorso

Torna su
IlPescara è in caricamento