Si torna in forma dopo le abbuffate natalizie con le spezie: le migliori 7

Seguire una giusta dieta è sempre importante, soprattutto dopo le abbuffate natalizie, ma con l’aiuto delle spezie per dimagrire ritroverete più facilmente la vostra silhouette

Seguire una giusta dieta è sempre importante, soprattutto dopo le abbuffate natalizie, ma con l’aiuto delle spezie per dimagrire ritroverete più facilmente la vostra silhouette. Parola di Marty Fierro, biologo nutrizionista, che ha rivelato alla redazione di NapoliToday.it quali sono gli aromi capaci di aiutarci a digerire, soprattutto dopo l’appesantimento delle festività.

In questo modo sarà più facile rimettersi in forma in vista dell’estate e sfoggiare un fisico asciutto e tonico sulla spiaggia della nostra bella città.

Anice

A questa spezia vengono attribuite proprietà spasmolitiche e inibenti i processi di fermentazione intestinali. Queste attività sembrano legate alla capacità di rilassare la muscolatura liscia dell’intestino, regolarizzando nello stesso tempo la motilità. L’anice possiede, inoltre, una blanda azione antinfettiva sull’intestino, ed è adatta a persone che hanno problemi all’apparato digestivo: è capace, infatti, di ridurre il meteorismo intestinale, le eruttazioni e la flatulenza, oltre ad agire sul gonfiore. È indicata anche a chi soffre di colon irritabile.

Liquirizia

Questa spezia ha un’azione digestiva, diuretica, antinfiammatoria, espettorante e protettiva della mucosa gastrica. È indicata per combattere la tosse, il mal di gola, il catarro e l’acidità gastrica. Esercita anche una blanda funzione lassativa. Chi soffre di pressione bassa può trarre giovamento dalla liquirizia poiché aumenta la pressione del sangue.

Cardamomo

Tra le sue virtù benefiche c’è la capacità di aiutare la digestione, curare il mal di stomaco e lenire i problemi intestinali. Viene utilizzata per trattare problemi alle vie urinarie ma anche per tosse, influenza e raffreddore oltre che per disturbi di tipo circolatorio come le emorroidi. Questa spezia si rivela ottima anche contro il mal di denti e le infiammazioni alle gengive. Tra le proprietà del cardamomo c’è poi quella di essere una spezia brucia-grassi: i semi di queste bacche avrebbero, infatti, proprietà snellenti in quanto andrebbero ad accelerare il metabolismo del corpo.

Semi di Finocchio

Questa spezia è spesso usata per trattare numerosi disturbi digestivi, tra cui il bruciore di stomaco, il gas intestinale, il gonfiore. I semi hanno effetti antispasmodici e possono aiutare a trattare altri disturbi dell’apparto gastrointestinale, come la sindrome del colon irritabile.

I migliori rimedi contro la pancia gonfia

Tarassaco

È una spezia utilizzata in casi di problemi digestivi e di insufficienze epatica e biliare, di disturbi del funzionamento della cistifellea, epatite e cirrosi. Le sue radici e le sue foglie sono ricchissime di potassio, il quale favorisce il drenaggio e l'eliminazione dei liquidi in eccesso, contrastando la ritenzione idrica e purificando le vie urinarie. Gli estratti di radice possono essere utili anche contro la stitichezza cronica.

Zenzero

Tradizionalmente noto come rimedio ai problemi digestivi, viene assunto in caso di dispepsie, coliche e casi di iperacidità gastrica. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato un suo effetto antiemetico e antinausea, ma non esistono ancora solide evidenze scientifiche. Lo zenzero mostra anche attività antinfiammatorie e antiossidanti, oltre a proprietà anticoagulanti e ipocolesterolemizzanti.

Cannella

Grazie alle sue proprietà eupeptiche, può essere utilizzata nel trattamento dei disturbi digestivi. La cannella è, infatti, in grado di aumentare la produzione dei succhi gastrici, favorendo la digestione. Viene utilizzata anche per contrastare lievi disturbi gastrointestinali quali flatulenza e meteorismo. Ha, inoltre, proprietà antibatteriche, antisettiche, stimolanti e digestive: un vero toccasana per rafforzare il sistema immunitario e combattere raffreddore, tosse e mal di gola, tipici di questo periodo.

Le spezie indicate possono essere aggiunte ai pasti oppure consumate consumare sotto forma di infusi o tisane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus in Abruzzo, il direttore Parruti: "Non andate in pronto soccorso"

Torna su
IlPescara è in caricamento