rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022

VIDEO | La volontaria ucraina: "L'Italia ha un grande cuore"

Elena aiuta i profughi che arrivano nell'hub della stazione Porta Nuova a capire l'iter della profilassi da seguire e ci racconta di donne che, al passaggio del treno si abbassano perché temono un bombardamento!

Elena è una volontaria dell'associazione di protezione civile Val Pescara e sta facendo da interprete ai tanti ucraini che, arrivati a Pescara, vengono portati nell'hub vaccinale di Porta Nuova per la profilassi sanitaria. A lei chiediamo di raccontarci cosa vede e cosa le dicono queste persone. Tra le tante storie una l'ha colpita in particolare: un momento di vita vera vissuto ieri mattina quando una mamma arrivata con le sue due bambine, si è abbassata quando ha sentito passare il treno perché temeva ci fosse un bombardamento. Elena, in Ucraina ha amici e parenti e la speranza, ci spiega, è quella di riuscire a far uscire dal Paese quante più persone possibile. Il suo grazie va all'Italia che, aggiunge, ha dimostrato un grande cuore nell'accogliere chi oggi fugge. E nell'hub vaccinale uno spazio è stato allestito per i più piccoli. Giocattoli, colori e i volontari della Cartias che sono lì a cercare di distrarli, mentre si procedere con le prassi burocratiche. Sono proprio i volontari della protezione civile, ci spiegano, che alla stazione centrale aspettano l'arrivo degli ucraini per portarli subito nell'hub dove vengono registrati, dove gli viene rilasciata una tessera sanitaria e fatto il tampone. Un via vai continuo di donne e bambini che sperano di tornare presto a casa.

Copyright 2022 Citynews

Video popolari

VIDEO | La volontaria ucraina: "L'Italia ha un grande cuore"

IlPescara è in caricamento