rotate-mobile

VIDEO | Ucraina, Di Sante (Prc-Se): "La risposta non è la Nato"

Rifondazione, sindacati e associazioni in piazza anche sotto la pioggia per dire "No alla guerra", il segretario provinciale Prc-Se: "In guerra muoiono i civili, subito il cessate il fuoco"

“Noi non crediamo che la risposta alla guerra di Putin sia la Nato perché quando si innesca una escalation militare perché quello che ci va di mezzo è la pace, quando scattano le bombe e la guerra sono i civil che muoiono. La sostanza è che la Nato e la Ue ha gettato per mesi benzina sul fuoco e al momento del dunque dunque ha dichiarato che non sarebbe scesa in campo con gli ucraini. E meno male, perché abbiamo evitato una guerra globale e speriamo che la continueremo ad evitare”. Lo dichiara Corrado Di Sante, segretario provinciale di rifondazione comunista-sinistra italiana che oggi, insieme a sindacati e associazioni, ha manifestato sotto i portici di piazza Salotto per chiedere lo stop delle ostilità rispondendo all'appello nazionale lanciato da PeaceLink. Il maltempo, nonostante abbia visto una riduzione della partecipazione, non è stata rinviata perché oggi, dice qualcuno, le bombe cadono comunque.

“L'unica strada – aggiunge Di Sane - è imporre il cessate il fuoco e riaprire i negoziati. Si deve lavorare per il disarmo e la fratellanza tra i popoli. La guerra chiama guerra, il nazionalismo chiama il nazionalismo, il razzismo chiama razzismo, odio e le guerre di domani: Se vogliamo evitare le guerre di oggi e domani dobbiamo fermare anche il nazionalismo e lavorare per una politica di disarmo. Invece stiamo buttando soldi nelle armi: 25 miliardi è il bilancio dello Stato dedicato a nuovi armamenti e si scrive su Pnrr che le missioni militari all'estero sono la vetrina nostre armi e io non voglio che finiscano in Ucraina per uccidere gente”. E in piazza, oggi, sono arrivati anche diversi cittadini ucraini. Una manifestazione nella manifestazione che ha creato qualche piccolo momento di tensione dato che alcuni degli ucraini della Nato, invece, l'intervengono lo chiedono. Un sentimento normale e comprensibile per Di Sante, ma la strada resta, ribadisce, resta quella della pace. Un concetto, in realtà, ribadito anche dai molti cittadini ucraini presenti.

Copyright 2022 Citynews

Video popolari

VIDEO | Ucraina, Di Sante (Prc-Se): "La risposta non è la Nato"

IlPescara è in caricamento