Sabato, 13 Luglio 2024

VIDEO | Brindisi di fine anno in piazza con la polizia: nel 2022 reati diminuiti nel Pescarese, ma non i furti che preoccupano

Si tratta soprattutto di quelli di auto e motorini e per il questore Luigi Liguori è il dato più rilevante a fronte di un bilancio positivo: si è passati da 9.597 reati a 9.267 sul territorio provinciale, in lieve crescita quelli in città. Diminuiscono anche le violenze di genere

Comparando i dati relativi alla consumazioni dei reati del periodo 1 gennaio 2022-30 novembre 2022 con quelli dello stesso periodo riferito all'anno scorso si registra, nella provincia di Pescara, una diminuzione dei reati in generali, ma non in città dove c'è una lieve crescita. In provincia, infatti, si è passati infatti da 9.597 a 9.267 delitti commessi pari ad un decremento del 7,42 per cento, a Pescara città si è invece passati dai 5.310 reati complessivamente denunciati nel 2021 ai 5mila 396 del 2022.

Ad illustrare i numeri dell'attività svolta dalla polizia è stato questa mattina il questore Luigi Liguori che in piazza della Rinascita ha voluto brindare con gli uomini e le donne della polizia di Stato e con la stampa sottolineando il buon lavoro fatto in termini di prevenzione e l'importante attività di controllo messa in campo grazie ad una costante intensificazione dei controlli. “Pescara è una città sicura”, ha detto sottolineando che sotto il profilo preventivo l'assetto è rimasto lo stesso sul territorio con tre o quattro volanti impegnate in ogni turno e tutti i reparti a lavoro sul fronte prevenzione. “Abbiamo un apparato di polizia molto efficiente – ha aggiunto – e lo si può notare anche da quello che accade intorno a noi”.

Se i reati nel complesso diminuiscono a livello generale il dato che preoccupa di più è quello dei furti passati in tutta la provincia dai 2.867 del 2021 ai 3.554 del 2022 con soprattutto scippi (da 38 si è passati a 48), borseggi (da 113 si è passati a 159)e furti di autovetture e motorini in crescita rispetto a quanto avvenuto per i furti in abitazione (in leggero calo e passati da 490 a 485) e. quelli degli esercizi commerciali che sono stabili (223 quelli registrati). In tutto il territorio, infatti, le auto in sosta rubate sono passate da 218 a 302 cui si aggiungono i furti di ciclomotori e motocicli cresciuti di ben il 117,98 per cento e passati da 89 a 194 e quelli delle autovetture: 265 nel 2021 e 358 nel 2022. Numeri che vanno di pari passo con la crescita delle persone deferite in stato di arresto e in stato di libertà per questo tipo di reato: la crescita è del 6 per cento con un totale di 292 indagati rispetto ai 276 del 2021. Va però precisato che rispetto al 2019 pre-pandemia il calo è del 24 per cento passando da 4.686 a 3.554 furti consumati. Guardando alla sola Pescara gli scippi sono stati 38 a fronte dei 29 del 2021, i borseggi 127 (erano 77), i furti di auto in sosta 208 (114 nel 2021) con i furti di ciclomotori e motorini passati da 64 a 161 e quelli di autovetture passati da 173 a 262. In calo anche in città i furti in abitazione (167 nel 2022 a fronte dei 195 del 2021) e 141 quelli negli esercizi commerciali (erano 148 nel 2021). Complessivamente a Pescara i furti denunciati sono aumentati passando dai 1.640 del 2021 ai 2.280 del 2022.

Per quanto riguarda la sola città da sottolineare il dato relativo alla quantità di stupefacenti sequestrati che vedono in crescita la sola eroina. Nel 2021, infatti, ne era stata sequestrata una quantità pari a 0.175 chilogrammi, mentre nel 2022 si è passati a 3mila 194 chilogrammi. Per quanto riguarda la cocaina di chili ne sono stati sequestrati nel 2022 in totale 2mila 223 (4mila 306 quelli del 2021), di cannaboidi 16mila 702 chili (24mila 301 nel 2021)

Gli omicidi volontari sono stati due esattamente come nel 2021 (uno a Pescara), mentre i tentati omicidi sono passati da 3 a 7 di cui 5 a Pescara. Lieve calo per le lesioni dolose passate da 269 a 265 sebbene in crescita è il dato in città (130 quelle del 2021 a fronte delle 136 del 2022). A diminuire sono anche i reati di violenza di genere compresi i maltrattamenti in famiglia (passati da 170 a 159) e lo stalking (dai 131 casi del 2021 si è passati ai 105 del 2022). Le violenze sessuali sono state 17 (nel 2021 12 quelle registrate).

Sensibile invece il dato di diminuzione delle rapine passate da 105 a 94 (meno 11,48 per cento). Una decrescita registrata soprattutto per quelle consumate in abitazione (9 a fronte delle 15 del 2021) e in strada (da 46 si è passati a 40), mentre resta costante il dato per banche, uffici postali ed esercizi commerciali. La moneta elettronica avrebbe dunque inciso positivamente portando ad un calo delle rapine anche nelle farmacie e nelle tabaccherie. Dato in forte calo anche nella città di Pescara dove ne sono state compiute complessivamente 61 a fronte delle 74 del 2021.

Sebbene nella gran parte dei casi non collegabili alla criminalità organizzata sono in aumento i casi di estorsione passati da 46 a 56, mentre è solo uno il caso di usura registrato, ma su questo tipo di reato le denunce sono pochissime. A diminuire sono invece le truffe e le frodi informatiche passate da 1.316 a 1.032, così come sono stati meno gli incendi (da 32 a 21). In crescita i danneggiamenti (dai 2.904 del 2021 si è passati ai 2.234 del 2022). Dati in linea a livello provinciale con quelli registrati a Pescara.

In questo quadro importante è stata l'attività della polizia che ha portato ad un aumento degli arresti: 194 nel 2022 a fronte dei 185 del 2021, ma anche ad un calo delle persone denunciate passata da 1.153 a 881. Aumento di ben il 90 per cento per quanto riguarda le persone controllate passate da 99mila 358 a 189mila 924. In crescita anche gli interventi della squadra volante a seguito delle chiamate fatte al 113: sono 6.995 quelli di quest'anno a fronte dei 4.536 del 2021. Attività che ha portato all'identificazione di 23mila 604 persone (erano 17mila 381 nel 2021) e 8.076 veicoli controllati (erano 5.118 nel 2021)

Per quanto concerne la divisione dell'anticrimine grazie ai nuovi strumenti a disposizione sono stati emessi 95 provvedimenti orali a fronte dei 43 del 2021, proposta l'applicazione della sorveglianza speciale a 7 persone, emessi 66 fogli di via obbligatori a fronte dei 53 del 2021. Numeri cui si aggiungono 6 Daspo (8 nel 2021) e ben 16 Daspo urbani (erano 10 nel 2021). Diminuiti gli ammonimenti passati da 21 a 13.

Per l'attività amministrativa e sociale è stato boom per i passaporti rilasciati: 9.123 quelli del 2022 a fronte dei 3.628 del 2021 e le dichiarazioni di accompagno per minori sono state 302 (erano 67 l'anno scorso). Cresciute anche le licenze di porto d'armi passate da 911 a 940. I permessi di soggiorno rilasciati sono stati 7.043 a fronte dei 5.170 e quindi in grande crescita mentre quattro quelli di allontanamento dei cittadini comunitari. I provvedimenti di espulsione sono stati 37 (erano 42 nel 2021).

L'attività della polizia postale ha portato a 210 denunce (erano 156 nel 2021); cinque arresti (tre nel 202); 96 apparati informatici sequestrati e 7mila monitoraggi internet.

Calano gli incidenti stradali come si evince dall'attività della polizia stradale: 534 quelli del 2022 a fronte dei 545 del 2021 con uno solo mortale a fronte dei tre dell'anno scorso. Cresciuti i soccorsi stradali passati da 840 a 976, così come il numero dei veicoli sequestrati (da 47 a 193). Le patenti ritirate sono state 293 a fronte delle 189 del 2921. Dieci le persone arrestate e 3.825 i controlli con etilometro effettuati a dimostrazione della crescita complessiva dei controlli sul territorio.

Per quanto concerne l'attività della polizia ferroviaria nel 2022 sono state controllate 16mila 553 persone (17mila 523 nel 2021), dieci quelle denunciate (20 l'anno scorso) per un totale di 2.006 pattuglie impiegate.

Il reparto prevenzione anticrimine infine, ha controllato complessivamente 7mila 451 veicoli (nel 2021 erano 5.915); 12mila 165 persone a fronte delle 10mila 091 del 2021, arrestato 11 persone (quattro gli arresti dell'anno scorso). Le denunce sono state 58 a fronte delle 70 dello stesso periodo dell'anno precedente.

Importante l'aumento della presenza della polizia per garantire la sicurezza nei tanti eventi pubbliche si sono tenuti in città (si è passati da 433 servizi predisposti nel 2021 agli 843 del 2022) così come il supporto negli sgomberi delle abitazioni abusive in particolare a Rancitelli e in via Lazio a Montesilvano.

Copyright 2022 Citynews

Si parla di

Video popolari

IlPescara è in caricamento