Domenica, 14 Luglio 2024

VIDEO | Parte da Cepagatti il servizio richiesta passaporti negli uffici postali pescaresi

Il servizio di richiesta passaporti si estende anche alla provincia di Pescara negli uffici postali dei Comuni abruzzesi inclusi nel progetto Polis di Poste Italiane. Da oggi, 11 luglio, il servizio è disponibile nell’ufficio postale di Cepagatti, in via Attilio Forlani

Il servizio di richiesta passaporti si estende anche alla provincia di Pescara negli uffici postali dei Comuni abruzzesi inclusi nel progetto Polis di Poste Italiane. Da oggi, 11 luglio, il servizio è disponibile nell’ufficio postale di Cepagatti, in via Attilio Forlani. In mattinata, infatti, è stata effettuata la prima richiesta da parte di un giovane studente cepagattese a seguito di una breve cerimonia di presentazione, a cui hanno preso parte il vicario del questore di Pescara, Pasquale Sorgonà, e il sindaco Gino Cantò.

Un servizio pratico e utile a snellire le pratiche burocratiche. Basta recarsi allo sportello, senza recarsi in questura dunque, e avviare le pratiche per il rilascio del passaporto e del rinnovo del documento. Inoltre è attiva la possibilità di ricevere il passaporto a domicilio.

Il servizio “passaporti” è reso possibile grazie alla convenzione firmata tra Poste Italiane, Ministero dell’Interno e Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

Il servizio “passaporti”, in Abruzzo già attivo in 14 comuni dell’Aquilano, in provincia di Pescara è disponibile da oggi anche a Montebello di Bertona e Turrivalignani ed è fruibile in circolarità “provinciale”. Pertanto, i cittadini potranno recarsi o presso l’ufficio abilitato del loro comune di residenza o in uno qualsiasi degli altri uffici postali provinciali dove è attivo il servizio.

Il servizio passaporti, che fa parte del progetto “Polis – Casa dei Servizi Digitali” previsto per i 7 mila comuni con meno di 15mila abitanti, sarà progressivamente esteso per tutti gli uffici postali del Paese senza distinzione tra piccoli e grandi, come recentemente annunciato dal Direttore Generale di Poste Italiane Giuseppe Lasco al termine di un incontro con il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi.

“Con questo ulteriore servizio – ha dichiarato Pio Violante, responsabile provinciale della filiale di Pescara – Poste Italiane conferma come il progetto Polis procede spedito tanto che ad oggi sono 14 gli uffici postali Polis già operativi nella nostra provincia”.

“L’iniziativa, di carattere nazionale – ha commentato Pasquale Sorgonà, vicario del questore di Pescara – è stata fortemente voluta dal Ministro dell’interno e dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza e servirà ad agevolare molto i cittadini della provincia che da oggi per presentare i documenti potranno avvalersi dell’ufficio postale senza necessariamente recarsi in Questura, ente che continuerà a svolgere la consueta attività di verifica dei requisiti ed il rilascio”.

La prima richiesta di un passaporto è stata eseguita in mattinata dal ventunenne Manuel Speziale. “In autunno ho in programma di andare a Londra per fare attività di ricerca – precisa lo studente, 21 anni, laureando in Servizi giuridici per l’impresa all’Università D’Annunzio – e poter richiedere il passaporto nell’ufficio postale del mio paese è sicuramente un grande vantaggio in termini di tempo e di spostamenti. Sono felice di questa bella novità, che sono certo farà comodo a tante persone”.

Effettuare la richiesta è semplice. In primo luogo, non serve prenotare un appuntamento. Basterà recarsi in ufficio postale, consegnare a sportello un documento di identità valido, il codice fiscale, due fotografie (di cui una precedentemente autenticata), una marca da bollo da 73,50 euro, in contrassegno telematico e pagare il bollettino di 42,50 euro. In caso di rinnovo bisognerà consegnare anche il vecchio passaporto o la copia della denuncia di smarrimento o furto del vecchio documento. Grazie alla piattaforma tecnologica di Poste Italiane, sarà l’operatore di sportello a raccogliere le informazioni e i dati biometrici del cittadino (impronte digitali e foto) inviando poi la documentazione all’ufficio di Polizia di riferimento. A breve sarà possibile anche autenticare la fotografia direttamente negli uffici postali abilitati al servizio “passaporti” senza recarsi presso le sedi delle Amministrazioni competenti.

Il servizio di rilascio del passaporto, si aggiunge agli altri servizi attivi negli uffici postali Polis. In particolare, a Cepagatti e in altri 27 uffici postali in Abruzzo (tra cui Montebello di Bertona in provincia di Pescara) è già possibile richiedere 15 diversi certificati dell’anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr) come il certificato anagrafico di nascita, di residenza, di cittadinanza, di stato civile e di stato di famiglia. Sono infine 43 gli uffici postali della provincia di Pescara (287 in Abruzzo) abilitati al rilascio dei primi tre certificati INPS: il cedolino della pensione, la certificazione unica e il modello “Obis M”, che riassume i dati informativi relativi all’assegno pensionistico.

Il progetto Polis prevede un investimento complessivo di 1,2 miliardi di euro, finanziato per 800 milioni con risorse del Piano complementare al Pnrr (Dl 59/2021), mentre gli altri 400 milioni sono a carico di Poste Italiane.

Copyright 2024 Citynews

Video popolari

IlPescara è in caricamento