rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022

VIDEO | Schiamazzi notturni, i residenti di via Piave: "È la solita "movida" da strapazzo"

Più volte, a proposito della zona, il comitato «Tranquillamente Battisti», con il suo portavoce Federico Di Filippo, ha denunciato rumori molesti, atti vandalici e scarsa educazione da parte degli avventori

Un nostro lettore ci ha inviato un video per denunciare "i soliti effetti della cosiddetta movida in via Piave. Questa è la situazione che devono sorbirsi i residenti: cori e schiamazzi in piena notte. E non è la prima volta". Da tempo la strada è nel mirino per una serie di episodi legati alla questione sicurezza. A novembre del 2019, ad esempio, un ragazzo di soli 17 anni è stato picchiato da un branco di giovani, che lo hanno aggredito e pestato davanti agli occhi della fidanzatina. Il minore aveva dovuto fare ricorso alle cure del pronto soccorso dell'ospedale. 

Più volte, a proposito della zona di piazza Muzii e dintorni, il comitato «Tranquillamente Battisti», con il suo portavoce Federico Di Filippo, ha denunciato rumori molesti, atti vandalici e scarsa educazione da parte degli avventori. Il problema si concentrerebbe soprattutto tra mezzanotte e le 4 del mattino: queste, infatti, vengono ritenute le ore più "calde" per quanto riguarda la possibilità che si verifichino episodi spiacevoli.

Dovrà essere operato il ragazzo pestato dal branco di giovani in centro, indaga la Squadra Mobile

A giugno 2020 si erano verificati nuovamente problemi di ordine pubblico, con la polizia municipale di Pescara che era dovuta intervenire sempre in via Piave e ancora una volta per sedare una lite tra due giovani, impedendo che sfociasse in una vera e propria rissa tra gruppi di ragazzi che si trovavano lì nei pressi. Sul posto si erano recate anche un'ambulanza del 118 e la polizia di Stato.

Nei giorni successivi il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica aveva stabilito di potenziare i controlli da parte delle forze dell'ordine nelle vie del centro con il ricorso a unità cinofile, specifici servizi per il controllo del tasso alcolemico e applicazione del Daspo urbano, mentre Tranquillamente Battisti tornava ad alzare la voce parlando di "una situazione a dir poco indecente. Sono anni che rappresentiamo la realtà nuda e cruda a differenza di chi continua a minimizzare per fare marketing e profitto a discapito di chi vive in questo quartiere".

Tutto questo senza dimenticare la galleria Ciampoli, che collega via Piave con corso Umberto: un luogo poco trafficato in quelle ore e scarsamente illuminato, vittima di atti di vandalismo con persone che lì urinavano, consumavano droghe e suonavano i campanelli dei citofoni. A gennaio di tre anni fa è stata anche divelta una colonnina della centrale telefonica Telecom. I condomini dello stabile alla fine erano stati costretti ad autotassarsi per installare due cancelli nei punti di accesso, con l'obiettivo di evitare il transito notturno dei non residenti.

Video popolari

VIDEO | Schiamazzi notturni, i residenti di via Piave: "È la solita "movida" da strapazzo"

IlPescara è in caricamento