rotate-mobile

VIDEO | Presentazione ufficiale dei candidati M5s alle regionali, D'Amico (Patto per l'Abruzzo): "Squadra di prim'ordine"

Volti noti e volti nuovi nella lista della provincia, il coordinatore Castaldi: "Per etica e professionalità D'Amico vincerebbe a mani basse, questo dobbiamo far capire". il candidato presidente: "M5s tra le prime forze a creare questa coalizione la cui caratteristica principale è la pluralità"

Quella del Movimento 5 Stelle è “una squadra di cittadini autocandidatisi e no scelti da un segretario di partito e questa è una cosa molto positiva. La lista di Pescara è una lista bella piena di professionisti che hanno messo a disposizione professionalità e volontà di dare una mano alla cittadinanza”. Così il segretario regionale del Movimento a margine della presentazione dei sette candidati alle regionali del 10 marzo.

I sette candidati alle regionali nella lista della provincia di Pescara

Due i volti già noti alla politica e cioè quello della consigliera regionale uscente Barbara Stella e della consigliera comunale di Pescara Erika Alessandrini che intende portare la sua esperienza a palazzo dell'Emiciclo, cui si aggiungono Berardo Di Giandomenico, perito agrario di Alanno che prima di aderire al M5s è stato anche consigliere comunale di Catignano e che da quando si è avvicinato al Movimento ha dato il suo contributo alla stesura di diverse proposte di legge portate in consiglio regionale, e gli altri quattro candidati alla prima esperienza politica. Si tratta di Barbara Vicaretti, intermediario assicurativo con una laurea in giurisprudenza di Popoli Terme, il vigile del fuoco Daniele Caruso che vie tra Popoli e Pescara che la sua esperienza l'ha fatta nel mondo dell'associazionismo; l'insegnante in pensione Carlo Madeo originario di Salerno, ma a Pescara da molti anni e Domenico Arces, ingegnere meccanico e dirigente d'azienda che nel Movimento è entrato nel 2010.

Una squadra che per Castaldi dimostra la diversificazione di una lista fatta di nuove leve e di persone con capacità “già viste all'opera nell'attività amministrativa che si mettono a disposizione del Movimento nel rispetto delle sue regole e cioè il rispetto dei due mandati. Devo dire – aggiunge che sono molto soddisfatto di tutte le liste che presentiamo per la coalizione nelle quattro province d'Abruzzo”.

Il candidato presidente D'Amico: “Il M5s porta la capacità di vedere e interpretare le esigenze dando risposte concrete”

“Una squadra di candidati di prim'ordine che hanno contribuito come tutto il Movimento, che è stata una delle prime realtà a dare forza a questa coalizione politico-civica, a redigere un programma dopo aver ascoltato per oltre quattro mesi le abruzzesi e gli abruzzesi, aver discusso con loro dei problemi delle esigenze e delle necessità di voltare pagina sul governo della Regione per dare una risposta davvero all'emergenza che stiamo vivendo”, dichiara quindi il candidato presidente Luciano D'Amico (Patto per l'Abruzzo).

“È un programma che abbiamo condiviso con tutte le forze politiche. Un programma in cui il Movimento 5 Stelle ha portato quella capacità di vedere e interpretare le esigenze e dare risposte concrete. E' un programma che si ispira – aggiunge – ai principi di equità e giustizia sociale che poi tradotti nella gestione quotidiana dell'attività di governo si tradurrà, ne sono certo, in una serie di atti che risponderanno molto molto bene alle esigenze degli abruzzesi”.

I temi del programma elettorale cui ha dato il suo contributo, sottolinea quindi Castaldi, sono “la necessità di aiutare le popolazioni più deboli, l'evoluzione green, parte del tema trasporti e la sanità. Ci tendiamo molto e D'Amico ci ha rassicurati che in una eventuale giunta di maggioranza di centrosinistra queste tematiche saranno guidate dal Movimento 5 Stelle”.

Il coordinatore regionale Castaldi: “D'Amico per etica morale e capacità professionali potrebbe vincere a mani basse, sta a noi far capire la differenza”

Sul come andrà la tornata elettorale Castaldi aggiunge che a suo parere “tra i due candidati non c'è partita: il professor D'amica per etica morale e capacità professionali potrebbe vincere a mani basse, ma alla mancanza di Marsilio il centrodestra ha sopperito con liste molto forti. Sta a noi far capire ai cittadini questa differenza, spiegare il programma e tentare un cambiamento di governo nella Regione Abruzzo”.

D'Amico: “la forza della coalizione è nella sua pluralità”

A D'Amico chiediamo quindi con quali aggettivi definirebbe la coalizione messa in campo per la sfida elettorale. “Plurale – risponde -: ci sono tante voce, una coalizione con tanti colori ed essendo plurale è capace di vedere il mondo da tutte le possibili prospettive. E' una coalizione che riesce a produrre, proporre e realizzare con efficacia i tanti problemi degli abruzzesi. E' una coalizione – conclude – che merita fiducia, che comprende bene non solo i problemi da affrontare, ma anche le necessarie soluzioni”.

Copyright 2024 Citynews

Video popolari

VIDEO | Presentazione ufficiale dei candidati M5s alle regionali, D'Amico (Patto per l'Abruzzo): "Squadra di prim'ordine"

IlPescara è in caricamento