rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024

VIDEO | Il questore sul ragazzo del balcone: "Messo in salvo un giovane che aveva bisogno del nostro aiuto"

Il questore di Pescara, Carlo Solimene racconta le 44 ore di dialogo costante con il giovane di 23 anni che minacciava di lanciarsi nel vuoto

È stato grazie a un lavoro di squadra che la polizia di Pescara è riuscita a salvare il ragazzo di 23 anni che per quasi due giorni è stato sul balcone del suo appartamento in piazza dello Spirito Santo. 
Una lunga trattativa, durata 44 ore, che però ha portato al lieto fine che tutti speravano. 

I primi a intervenire sono stati gli agenti della squadra volante diretti da Pierluigi Varrasso, dirigente dell'ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico.  

Poi subito dopo i vigili del fuoco e gli agenti della polizia locale che hanno interdetto tutta l'area intorno a via Rieti, via Latina e piazza dello Spirito Santo. 

A operare vari negoziatori e psicologi oltre al medico della polizia di Stato, Sara Cortese. Sono stati due giorni non semplici ma come spiega il questore Carlo Solimene con il passare del tempo il 23enne, colpito dal grave lutto della perdita della madre dopo la scomparsa anche della nonna, ha iniziato a sentire la vicinanza della polizia e si è sentito sempre più considerato. Non sono mancati i fattori di estremo rischio anche a causa delle condizioni meteorologiche che hanno visto vento e pioggia negli ultimi due giorni. Ma nella mattinata di venerdì 1 marzo, come racconta il medico della polizia, Sara Cortese, il 23enne ha detto "ditemi cosa fare" e poco dopo ha aperto la porta della sua casa lasciando entrare la polizia.

Il giovane adesso è in ospedale e verrà seguito allo scopo di aiutarlo. 

Copyright 2024 Citynews

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Il questore sul ragazzo del balcone: "Messo in salvo un giovane che aveva bisogno del nostro aiuto"

IlPescara è in caricamento