rotate-mobile

VIDEO | Processo di Rigopiano, i parenti plaudono alla ricostruzione del pubblico ministero "Ma il dolore è sempre lo stesso"

Nel corso della prima parte della requisitoria affidata al pm Anna Benigni le immagini delle vittime e del luogo della tragedia, per i cari delle 29 persone decedute il 18 gennaio 2017 un trauma rivederle nonostante gli anni passati e le tante battaglie portate avanti per ottenere giustizia

Nel silenzio dell'aula le lacrime non sono mancate quando sui televisori piazzati alle spalle del gup (giudice per le indagini preliminari) Gianluca Sarandrea sono passate le immagini di quel luogo letteralmente canellato dalla valagna e sotto cui 29 persone hanno perso la vita. Ventinove persone per cui oggi i parenti chiedono giustizia. 

E' stracolma l'aula del tribunale penale di Pescara per ascoltare la requisitoria del pubblico ministero Anna Benigni e degli altri pm che portano avanti il processo. In fondo ci sono loro: i parenti delle vittime dell'hotel Rigopiano che a sei anni dalla tragedia contano ora le ore per conoscere l'esito processuale di una vicenda complessa che tra rinvii, scioperi e lo stop determinato dal covid sembrava non dovesse mai giungere a conclusione.

Guardarle quelle immagini e ascoltare le parole della Benigni che proprio con le storie di chi ha perso la vita sotto le macerie dell'hotel e di chi è sopravvissuto ha aperto il suo lungo e articolato intervento mirato a dimostrare le responsabilità degli enti coinvolti nella gestione dell'emergenza. Vederle quelle immagini è stato “traumatico – dichiara a IlPescara Gianluca Tanda, portavoce del Comitato vittime di Rigopiano – nonostante abbiamo percorso con i nostri avvocati tutte le fasi e abbiamo pensato cosa poteva essere e lottato per questo. Sentirle dal pubblico ministero è difficile, emozionale. Girandomi ho visto gli altri parenti. E' stato qualcosa di straziante. Le mamme sono disperate come in quei primi giorni e questo è il segno che nonostante siano passati tre anni non possiamo dimenticare e dobbiamo lottare per loro per ottenere giustizia”.

Un sentimento condiviso come spiega Marcello Martella, papà di Cecilia l'estetista 24enne morta mentre era a lavoro nell'hotel e che il padre non è riuscito ad andare a prendere per l'impraticabilità della strada, tema su cui molto oggi ha battuto la Benigni per dimostrare la responsabilità degli imputati. Se da una parte, spiega Martella, la ricostruzione certosina del pubblico ministero auspica serva ad arrivare ad una sentenza di condanna, dall'altra vedere quelle immagini dice anche lui “è stato emozionante e sentire quelle parole è stato forte”.

Dovrebbero essere avanzate domani le richieste di condanna dai pubblici ministeri e in attesa di sentirle formulare e della sentenza che seguirà Tanda ribadisce come per loro, i parenti delle vittime, “quelli che sono dentro sono responsabili. Ci saranno sicuramente dei cavilli legali e non sappiamo come va a finire. Sono cinque anni che vado avanti a dire che non ci sono solo loro – sottolinea – Tutte le mie denunce e le mie interviste sulle responsabilità ci sono”, aggiunge riferendosi alla ricostruzione che si sta facendo in aula sull'accaduto da parte dell'accusa. Tanti cavilli tecnici difficili da spiegare, prosegue, ma sentirli leggere in aula per lui è stata la dimostrazione che i quasi sei anni di battaglia non sono stati inutili: “cinque periti nominati dal giudice hanno detto quello che dicevo io. Oggi voglio andare dentro e godermi questa giornata: entriamo nel vivo ed è difficile perché da una parte c'è l'amarezza di ascoltare e dall'altro il sollievo nel vedere che qualcosa si sta smuovendo”.

A Egidio Bonifazi papà di Emanuele il 31enne che dell'hotel Rigopiano era receptionist e che da lì non è più tornato, chiediamo infine cosa significherebbe per loro se le richieste di condanna che saranno avanzate dovessero essere soddisfatte: “significherebbe – risponde – che i nostri cari hanno ottenuto giustizia e soprattutto verità sul disastro che hanno compiuto”.

Sono 30 (29 persone fisiche e una società) gli imputati del processo sulla tragedia del 18 gennaio 2017.

Copyright 2022 Citynews

Video popolari

VIDEO | Processo di Rigopiano, i parenti plaudono alla ricostruzione del pubblico ministero "Ma il dolore è sempre lo stesso"

IlPescara è in caricamento