Mercoledì, 17 Luglio 2024

VIDEO | Oltre 2 milioni e mezzo dal privato per valorizzare il mercato di piazza Muzii: l'ambizioso progetto dell'amministrazione

Il bando è stato pubblicato ieri, l'obiettivo è affidare gli spazi ad un'importante realtà commerciale che faccia da nuovo traino all'economia della città: una riqualificazione a costo zero che porterà in 30 anni circa 5 milioni nelle casse del Comune

“Abbiamo lanciato una sfida”. Così il sindaco Carlo Masci sul bando pubblicato ieri e che rimarrà aperto fino all'11 luglio per dare in affitto complessivamente 2.400 metri quadrati del mercato coperto di piazza Muzii. Un bando rivolto alle attività commerciali, escluse quelle di food&beverage, che sia lui che gli assessori comunali al commercio e il patriomio Alfredo Cremonese e Maria Rita Carota, auspicano sia molto partecipato soprattutto da grandi realtà private nazionali.

Chi infatti se lo aggiudicherà, al di là di quanto di quello spazio deciderà di prendere, si dovrà occupare della riqualificazione di tutto il plesso con la possibilità di scalare dall'affitto (da 10 a 30 anni) il 90 per cento delle spese sostenute e previste, nel bando, per complessivi 2 milioni e 600 mila euro, come spiega Masci che precisa: "il canone verrà determinato sulla base dei prezzi stabiliti da agenzie entrate e i lavori determinati dai prezzari regionali”,  Sui trent'anni il Comune dovrebbe dunque incassare circa 5 milioni di euro tolti quegli oltre 2 milioni e mezzo destinati a tornare nelle tasche del privato che deciderà di aderire a quella che è un'iniziativa complessa e ambiziosa, come ammette lo stesso Cremonese. Quello che si intende realizzare creando un mercato in cui saranno presenti gli operatori mercatali, quelli del food&beverage e, si auspica, una nuova importante realtà commerciale, aggiunge Masci, è “una promiscuità virtuosa che consenta la riqualificazione degli spazi a costo zero creando una nuova attrattiva: si tratta di un'operazione di valorizzazione del patrimonio pubblico realizzata con il contributo del privato che trova uno spazio importante nel cuore della città”.

Carota e Cremonese sottolineano come al bando pubblicato si sia arrivati in accordo con gli esercenti attualmente presenti nel mercato di piazza Muzii e soprattutto che a loro sono state garantite le tutele del caso: “tutti saranno ricollocati”, precisa l'assessore al commercio sottolineando che la loro offerta resta “quella primaria”. Per lui, se qualcuno al bando dovesse davvero rispondere, oltre ad avere un mercato molto più bello e funzionale, si avrebbero anche effetti secondari non meno importanti dalla riqualificazione degli spazi e la presenza al suo interno di una nuova importante realtà: “è un luogo abbandonato da anni, la presenza di un'attività commerciale auspichiamo diventi un traino per tutto il commercio pescarese – spiega – senza contare che ci sarà una riqualificazione commerciale della nostra città. C'è poi un altro effetto: sarà calcolato un canone importante per chi occuperà gli spazi per cui il Comune beneficerà dell'affitto. Siamo tra le prime città in Italia a fare questa operazione di tipo pubblico-privato: incrociamo le dita perché molti rispondano”. “Noi – ribadisce Masci – puntiamo a diventare la prima città del centro-sud a fare un'operazione del genere”. Un'operazione che se riuscirà, conclude Cremonese, farà di questo tipo di collaborazione pubblico-privato che consente all'amministrazione di avere fondi che non ha oltre alla garanzia della gestione degli spazi pubblici, un modello da riproporre ad esempio per la riqualificazione del mercato di via dei Bastioni.

Copyright 2022 Citynews

Video popolari

IlPescara è in caricamento