VIDEO | Donzelli (FdI) sulla ricandidatura di Marsilio: "Con lui l'Abruzzo da regione fanalino di coda a un traino del Paese"

L'onorevole e responsabile organizzazione di Fratelli d'Italia plaude alla disponibilità data dal presidente di ricandidarsi alle prossime regionale ed elogia il lavoro fatto con lui per far crescere l'Abruzzo. Sul primo anno del governo Meloni parla di buon lavoro fatto e sul caro-carburante replica alle critiche: "Se avessimo dato retta alle opposizioni avremmo foraggiato le speculazioni"

“È stato il primo presidente di Regione di Fratelli d'Italia. Noi siamo contenti che abbia dato la disponibilità a ricandidarsi non tanto per Fratelli d'Italia quanto per l'Abruzzo. I risultati che ha portato sono importantissimi e non verranno dispersi dagli abruzzesi. Da regione fanalino di coda è diventata un traino importante di questa nazione: è un'occasione unica che quindi deve essere ulteriormente valorizzata”.

Queste le parole di Giovanni Donzelli, deputato e responsabile organizzazione di Fratelli d'Italia che ha fatto tappa in piazza Primo Maggio nell'ambito della campagna “Italia vincente” con cui nelle città italiane sta presentando i risultati del primo anno del governo Meloni.

Un bilancio positivo, aggiunge. “Siamo consapevoli che si deve e si può fare di più. Abbiamo davanti quattro anni, porteremo avanti il nostro programma e faremo quello che abbiamo promesso agli italiani. Già i primi risultati sono molto concreti in tema di economia, di visibilità e centralità internazionale, di difesa della legalità, di difesa degli italiani e del benessere delle nostre famiglie. Continueremo e andremo avanti senza farci condizionare dalle polemiche inutili e strumentali delle opposizioni”.

Parlando con la stampa Donzelli ha aggiunto: “stiamo lavorando per far ripartire l'economia. I dati degli ultimi giorni dimostrano per esempio, che grazie alle norme Meloni contro i 'furbetti' delle partite Iva, quelle 'apri e chiudi', 1.500 sono state trovate e chiuse, su altre 500 stanno indagando. Parlo di quelle riferite, purtroppo, a soggetti di origini estere. Penso nella mia Toscana dove cinesi e pakistani aprono partite Iva truffando lo Stato e lasciando dipendenti non pagati, creando quel lavoro povero che cerchiamo di combattere”.

“La lotta all'evasione che la sinistra ha sempre annunciato – ha aggiunto - la stiamo facendo con il governo di centrodestra. Così come il lavoro povero: la sinistra da sempre dice di voler fare il salario minimo, combattere lavoro povero, ma quando erano al governo hanno creato queste condizioni. Oggi noi le risolveremo con proposte serie e concrete come stiamo facendo”. Anche a Pescara l'onorevole ha portato il “Cruciverba tricolore” realizzato dal partito che va dal primo orizzontale sul nome della prima donna presidente del consiglio a quelle con cui si punzecchiano gli avversari politici.

Tra le tante critiche che si fanno al governo l'aver tolto il reddito di cittadinanza e le responsabilità che gli si imputano per il problema caro-carburanti. Su quest'ultimo Donzelli risponde che si tratta di “un problema internazionale e in Italia abbiamo fatto la lotta alle speculazioni e stiamo continuando a farlo. Se avessimo dato retta alle opposizioni avremmo aiutato e foraggiato le speculazioni, ma grazie all'intelligenza e le capacità del governo Meloni il prezzo era rimasto controllato e si è limitata la speculazione. Continueremo a controllare l'andamento – conclude -, a difendere i cittadini e allo stesso tempo a fare la lotta a chi vuole approfittarsene”.

Al gazebo allestito a pochi metri dalla spiaggia erano presenti oltre al presidente della Regione Marco Marsilio, i parlamentari abruzzesi di Fratelli d'Italia e gli esponenti locali del partito.

Copyright 2023 Citynews

Video popolari

IlPescara è in caricamento