rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022

VIDEO | Grazie al Flag un'unica concessione per i box dei pescatori

Padovano: "Per ognuno il canone annuo era di 2.500 euro, ora c'è un unico titolo e la spesa sarà spalmata", Masci e Sospiri: "Sostegno costante alla categoria"

Per il delegato alle attività portuali per il Comune di Pescara Riccardo Padovano, quello realizzato insieme alla direzione marittima e l'autorità portuale è un “atto amministrativo geniale” di cui essere orgogliosi: da oggi per i box di rimessa i pescatori della città non pagheranno più gli oltre 2.500 euro annui previsti, ma, grazie ad un unico titolo demaniale, vedranno spalmata la spesa per l'uso di tutti i 44 a disposizione. A presentare l'iniziativa, oltre a Padovano, il sindaco Carlo Masci, il comandante della capitaneria di Porto Salvatore Minervino, i rappresentanti del Flag Costa di Pescara, il presidente dell'associazione Armatori Francesco Scordella e i rappresentanti dell'autorità portuale che hanno collaborato all'iniziativa resa possibile dal codice di navigazione, sottolinea sempre Padovano.

“Ogni pescatore - siega Padovano - per 16 metri quadrati pagava 2.500 euro contro le 400 del 2000 perché purtroppo la legge ha portato a queste cifre i canoni minimi. Il Flag, cioè il Comune di Pescara, li ha invitati ad entrare tutti nel Consorzio, facendo un'unica concessione con l'Autorità Portuale, riallocando poi ad ognuno il suo box come in una sorta di subaffitto. Lo prevede l'articolo 45 del codice di navigazione. Credo sia un'iniziativa lodevole, la prima in Italia, è c'è grande soddisfazione da parte di tutti”. E soddisfazione è stata espressa da tutti i presenti con Masci che ha sottolineato quanto, nonostante i tanti problemi da risolvere per la marineria, questa sia un'ottima notizia per loro che avranno un risparmio notevole per l'utilizzo dei box. Sulla stessa scia Scordella che ha ringraziato tutti i soggetti coinvolti per arrivare al risultato con Minervino che ha anche voluto fare un plauso per il recupero urbanistico di quelle strutture.

Un accordo di cui è soddisfatto anche il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri: "ha concretamente alleviato la marineria dei costi legati all’utilizzo dei magazzini sulle banchine portuali è segno dell’impegno quotidiano profuso dalle Istituzioni a tutela di una categoria che merita tutte le nostre attenzioni, al fine del rilancio dell’intero comparto. Il ringraziamento va senza dubbio al comandante Minervino che, con la presenza costante della Regione Abruzzo, sta seguendo in maniera costante anche gli sviluppi del cantiere per la realizzazione del nuovo porto, che sarà senza dubbio la chiave di volta per restituire ossigeno e serenità all’intera categoria”. L'iniziativa per Sospiri è lodevole ancor più in questo momento storico in cui anche la marineria soffre le conseguenze della crisi determinata dal covid. Merito delle istituzioni, Regione Abruzzo, Direzione Marittima e Comune, però, è l’aver saputo prestare attenzione alle esigenze dei nostri operatori del mare e, di conseguenza, aver individuato le misure più idonee per supportare la categoria, a partire dall’avanzamento da un lato del dragaggio del porto per liberare la canaletta e consentire il transito in sicurezza dei pescherecci e, dall’altro, dei lavori di realizzazione del nuovo porto che darà prospettive ben più ampie all’intera marineria”

Video popolari

VIDEO | Grazie al Flag un'unica concessione per i box dei pescatori

IlPescara è in caricamento